MM
L'OSPITE
19.09.21 - 11:110

Guardando la luna in una sera di fine estate

Matteo Muschietti

È notte. La luna piena sorge sopra il Bisbino. È immensa, d’un colore giallo scuro. La osservo attentamente. Il mio pensiero è libero e spazia tra mille riflessioni. La luna piena accompagna la povera gente sola e tormentata del popolo afgano.

Tutti la vedono e pensano al loro futuro incerto, dettato dal nuovo regime talebano che smorza le libertà raggiunte in questo ultimo ventennio. Presto dovranno cedere ad un regime privo di senso e ritornare al buio, alle sevizie, agli stupri e alla privazione della libertà.

Senza libertà non c’è vita. Le donne saranno le più colpite, relegate a comparse, private dei più semplici diritti, stipate in un’esistenza indegna per degli esseri umani. Poi si passerà alla repressione e alla guerra.

Quanti lutti e quante sofferenze! Un pensiero mi assale: tappezzare la luna con i colori della bandiera della pace, affinché laddove esistono guerre e ingiustizie, tutti i popoli oppressi li vedano e possano aspirare al sapore della libertà, tornando a sperare in una vita migliore dove l’umanità e la fratellanza sconfiggano per sempre chi con la violenza sopprime le libertà.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ospite
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile