Ti-Press
L'OSPITE
26.08.21 - 11:010

Importanti votazioni cantonali e federali in vista

Raoul Ghisletta, granconsigliere e segretario VPOD Ticino

Il prossimo 26 settembre in Ticino si svolgeranno cinque importanti votazioni popolari. Il materiale di voto sta arrivando nelle case. Vi saranno tre votazioni cantonali e due votazioni federali, per le quali il Sindacato del personale dei servizi pubblici e sociosanitari VPOD Ticino ha preso posizione.

Innanzi tutto il Sindacato invita a votare 2 x NO al referendum finanziario obbligatorio in Ticino. Non si deve infatti mettere la museruola al Parlamento ticinese per ogni investimento superiore a 20 milioni di franchi oppure per ogni spesa annua di 5 milioni di franchi che dura almeno 4 anni (NO quindi all’iniziativa), rispettivamente a 30 milioni d'investimento e a 6 milioni di spesa annua per almeno 4 anni (NO anche al controprogetto). Significherebbe indire votazioni formali, che non sono sentite dalla popolazione, e favorire politicamente la destra UDC. La destra UDC è spesso contraria all’intervento del Cantone in ambito sociale, scolastico, culturale e di sostegno economico e con questo trucco non dovrebbe più nemmeno fare lo sforzo di raccogliere 7'000 firme per un referendum: troppo facile!

Merita un chiaro sostegno invece l’iniziativa popolare per il formulario ufficiale a inizio locazione. L’iniziativa dell’Associazione inquilini permette ai nuovi inquilini di accedere all’informazione sull’affitto pagato dall’inquilino precedente e di contestare gli aumenti immotivati di affitto. Si tratta di una soluzione condivisa a suo tempo dal Consiglio federale e introdotta già in molti altri Cantoni.

Il Sindacato invita poi a respingere l’iniziativa in materia di difesa, perché introduce in Ticino discutibilissime disparità di trattamento delle persone nel rimborso spese per i processi.

A livello federale il Sindacato invita ad appoggiare sia l’iniziativa popolare per sgravare i salari e tassare equamente il capitale, sia la modifica del Codice civile svizzero decisa dal Parlamento federale, che parifica coppie omosessuali e coppie eterosessuali nell’istituto del matrimonio: in entrambi i casi si fa un passo avanti per tutta la società in termini di equità e giustizia.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ospite
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile