foto wicht
L'OSPITE
09.12.20 - 09:160
Aggiornamento : 11:00

Bar e ristoranti, i soliti «piagnina»

Omar Wicht consigliere comunale Lugano

Mi rammarica molto, in tempi di pandemia, dove la gente si ammala e può rischiare la vita, uno dei pochi settori che non ne vuole sapere di regole è la ristorazione. Non tutta per intenderci, ma molti esercizi soprattutto bar “capitanati” da Gastroticino, hanno sempre reclamato su ogni misura messa in campo da Cantone e Confederazione. Io penso che la misura più importante messa in campo dalla confederazione, ossia l’orario delle 19.00 come chiusura per tutta la ristorazione, è un buon compromesso.

Come dicevo prima, visto i tempi che corrono, e’ già un privilegio, tenere aperto durante la giornata. Io penso che, un po’ più di rispetto verso “il momento particolare” in cui viviamo, anche Gastroticino potrebbe tenerne conto. Quello che poi fa sorridere, non solo me, ma molti cittadini Luganesi, è che gli unici bar che reclamano e che hanno intervistato sulle nuove normative, sono quelli dove regolarmente i gerenti e gestori, postano foto di lussuose borse di Louis Vuitton e vacanze a Dubai. Un po’ più di umiltà, non guasterebbe, se per un anno si rinuncia a ferie e spumanti, lo si fa per una giusta causa comune. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ospite
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile