foto Wicht
L'OSPITE
24.11.20 - 13:370

Salario minimo? Meglio bloccare i permessi G

Omar Wicht, consigliere comunale Lega, Lugano

Parto dal presupposto che i sindacalisti che si stanno adoperando in questa lotta siano da elogiare, Giangiorgio Gargantini in primis, ma secondo un mio modestissimo parere è una battaglia persa in partenza.

Purtroppo con un salario minimo non risolvi i problemi del popolo ticinese, bensì li peggiori, o comunque non cambierebbe nulla. E mi spiego, sappiamo bene che in Ticino abbiamo una flotta di 70mila lavoratori frontalieri che sottostanno a dumping salariali, e vari abusi su stipendi e ore lavorative. Non sono mie invenzioni, bensì fatti che parlano chiaro e denunciati da anni, da un sacco di ticinesi che hanno perso il lavoro a discapito di una sostituzione con un frontaliere, denunciandone i motivi.

Un salario minimo non "guarirebbe" i Ticinesi, bensì favorirebbe lavoro in nero e ancor più abusi da parte di datori di lavoro o aziende multinazionali che operano in Ticino senza scrupoli. Basti pensare al bollettino orario delle agenzie interinali o delle aziende stesse, tolgono qualche ora qua e là (con approvazione del dipendente), e il "giochetto è fatto". Piuttosto che usare "palliativi" che non contribuiscono ad un bel niente, bisognerebbe mettere una volta per tutte un blocco imminente dei permessi G a partire da subito.

In parlamento c'è una mozione ferma da mesi, io in municipio a Lugano ho fatto un'interrogazione, so che anche a Berna, Lorenzo Quadri è molto sensibile a questo tema e cerca di portare la sua voce. Dobbiamo assolutamente usare le maniere forti in senso buono, bloccando una volta per tutte per il periodo necessario i permessi G e favorire la riassunzione dei "nostri". Sono sicuro che per un ticinese senza lavoro, magari padre di famiglia, riprendere a lavorare magari dopo anni di delusioni, rialzerebbe l'asticella di autostima e tutta l'economia ne gioverebbe. Il Ticino e i ticinesi devono tornare a risplendere, come il bel sole che accarezza i nostri laghi. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ospite
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile