Omar Wicht
L'OSPITE
07.07.20 - 10:540

Lugano: il passaporto svizzero non si regala

Omar Wicht, consigliere comunale, Lega Lugano

Ieri sera, io e il mio gruppo della Lega dei Ticinesi, abbiamo abbandonato la sala per una quindicina di minuti in segno di protesta.

E mi spiego. Noi leghisti coi nostri cugini del Udc lottiamo da anni per una “giustizia” nel concedere l’attinenza comunale della nostra amata Lugano a gente meritevole, essendo il passaporto svizzero un bene prezioso e tutti sappiamo il perché!

Purtroppo la sinistra, e i loro “alleati” di centro, vuoi per gelosia o per spirito di contraddizione ci “vengono sempre” contro e si oppongono ai nostri giudizi.

Il richiedente in questione, al quale io come commissario della commissione petizioni ho potuto vedere di persona, non era meritevole di ottenere il passaporto svizzero. I motivi erano svariati, ma il principale era la mancata integrazione economica, essendo a beneficio dell’assistenza da oltre 20 anni circa.

Quello che più mi fa più arrabbiare è che nel rispetto dei nostri elettori, cittadini luganesi che pagano e han pagato regolarmente le tasse per anni, venga “regalato” un bene così prezioso come il passaporto rossocrociato a una persona che, molto probabilmente, non avrà neppure provveduto a pagarsi le spese per la procedura, essendo appunto a carico economico statale.

Chiedo in futuro, soprattutto ai partiti di centro dai quali mi aspetterei un po’ più di amore verso il patriottismo, almeno l’astensione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ospite
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile