Archivio TiPress
Lorenzo Quadri
L'OSPITE
24.05.20 - 08:280

Frequenza scolastica: le cifre farlocche del DECS

Lorenzo Quadri, Municipale di Lugano, Lega dei Ticinesi

LUGANO - Come noto il DECS ha voluto riaprire le scuole dell’obbligo lo scorso 11 maggio, con modalità a dir poco “discutibili”. È infatti stata riavviata una scuola a tempo parziale, regolata da direttive astruse, che è lungi dal ricreare quella “normalità” invocata dal Dipartimento.

Un certo numero di genitori ha annunciato che non avrebbe mandato i figli a scuola. E le assenze - ennesima contraddizione nelle direttive dipartimentali - malgrado la scuola sia obbligatoria, sono considerate giustificate per definizione. Già, ma quanti sono i bambini ed i ragazzi assenti da scuola? Con toni trionfalistici, alla fine della scorsa settimana, il Dipartimento ha diramato un comunicato stampa in cui vantava presenze di allievi vicine al 96%.

Per quel che riguarda le scuole elementari del Luganese, si indica una presenza del 95.2% di allievi, mentre per le scuole d’infanzia si indica un 46.27%. Peccato che si tratti di cifre farlocche.

A Lugano infatti alle scuole elementari a frequentare non sono affatto il 95.2% degli allievi, bensì l’87.1%. Ovvero, oltre otto punti percentuali in meno. Una differenza non proprio trascurabile. Alle scuole dell’infanzia della città, per contro, sono presenti il 60.1% degli allievi. Qui la differenza dal dato dipartimentale è di quasi il 15% in più.

C’è da sperare che le cifre cantonali vistosamente gonfiate sulle presenze alla scuola elementare siano frutto di un errore e non di taroccatura volontaria. Però stranamente, ma tu guarda i casi della vita, il DECS non si sogna di correggere le fake news che divulga.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ospite
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile