Matteo Lordelli
L'OSPITE
18.02.20 - 08:490

Torniamo a vivere la città in piazza

Matteo Lordelli, Candidato PLR al Municipio di Mendrisio

Sono passati diversi mesi dall’apertura della nuova Piazza del Ponte, non senza critiche: a volte costruttive, a volte da campagna elettorale. La riapertura, oltre alle polemiche, ha permesso ai cittadini di vivere momenti di risate e convivialità con due delle feste principali: Sagra del Borgo e la Festa della Musica, il bilancio di entrambe le manifestazioni è stato positivo, sia dal punto di vista dell‘affluenza che da quello dell‘ordine pubblico.

 Flessibilità - Si può essere scettici sul nuovo progetto, che ricordiamo è pur sempre provvisorio, ma non possiamo negare che la piazza è tornata ad essere del cittadino, che ora ha la possibilità di viverla e gustarla a 360 gradi. Tutto ciò grazie anche alla flessibilità che permette alla piazza di adattarsi per ogni tipologia di evento, infatti grazie alla scelta di asfaltare completamente e agli (amati o criticati) enormi vasi mobili è possibile modellarla in base alle necessità.

Il cambiamento spaventa - Nell‘indole umana il cambiamento spaventa sempre, ma soprattutto ci vuole tempo per accettarlo e assimilare quelle che sono state le modifiche del passato. L’attuale realizzazione provvisoria ha permesso di creare un nuovo punto d‘incontro all’aria aperta per i cittadini, una nuova zona vivibile da tutti nel Magnifico Borgo. Una scelta quella di Mendrisio, di risanare e ridar vita a luoghi del passato con un tocco di modernità, che poi in questo caso può piacere, a qualcuno di più a qualcuno di meno, ma non si può negare che almeno siamo tornati ad avere uno spazio storico a disposizione di tutti.

In futuro - Quale destino sarà delineato per questo luogo non è ancora dato a sapersi, quello che è sicuro che sarebbe proficuo che tutti gli attori coinvolti in città: cittadini, politica, associazioni, commercianti collaborassero con l‘obbiettivo di fornire una piazza meravigliosa per la popolazione, a proposito di politica sarebbe più utile che tutti i partiti si rimboccassero le mani per proporre soluzioni per il bene della collettività.

Nella mia visione del futuro: vedo una piazza a misura di cittadino, un luogo d‘incontro per la gente, dove ci si può fermarsi a chiacchierare, consumando una bevanda all‘esercizio pubblico; limitando e regolando il traffico, mettendo a disposizione maggiormente mobilità alternative per potervici recare. Mentre durante gli eventi, deve essere uno dei punti principali della manifestazione, perché la gente giovane e meno giovane ha bisogno di tornare a vivere luoghi storici del Magnifico Borgo ma con un pizzico di modernità.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ospite
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile