TiPress - foto d'archivio
L'OSPITE
19.01.20 - 16:520

Mendrisiotto regione di serie B?

Matteo Lordelli, Candidato PLR Municipio di Mendrisio e Christian Bruccoleri, Candidato PLR Municipio di Chiasso

Lo si sa, quando sta per arrivare carnevale, ogni scherzo vale, solo che quest’ultima presa in giro lascia l’amaro in bocca, soprattutto perché ad organizzarla sono state le FFS (che strano!). A quanto pare, le nuove disposizioni vogliono che gli Eurocity continuino a fermarsi a Chiasso e Mendrisio solo fino al 2021, poi, dall’anno successivo le stazioni di riferimento per il Mendrisiotto sul collegamento tra l’Italia e la Svizzera interna diverranno Como e Lugano. Al Mendrisiotto non rimarrà che consolarsi con l’incredibile e super efficiente (per così dire) offerta del Tilo e della linea transfrontaliera Mendrisio-Varese-Malpensa. Gli studenti del Mendrisiotto, che oggi sono abituati a partire da Chiasso con il Seven25 per raggiungere le città universitarie d’oltralpe, dal 2020 dovranno prendere un Tilo fino a Mendrisio, cambiare treno per raggiungere Lugano (perché, chi vive nel Mendrisiotto è pure toccato da questa grande strategia per la mobilità pubblica) e solo allora potranno partire per Zurigo, Basilea, Lucerna, Losanna e così via. Insomma, lo scopo di Alptransit di ridurre i tempi di percorrenza tra Nord e Sud delle Alpi si rivela una bella promessa, non mantenuta per il Mendrisiotto.

La regione è paralizzata per colpa del traffico, le cifre dimostrano che sempre più cittadini si spostano coi mezzi pubblici e la politica spinge perché questo avvenga (es. incentivi per gli abbonamenti Arcobaleno o FFS) e ci si aspetta da tutti un maggior sforzo per far fronte alla problematica. L’utilizzo di mezzi alternativi è un esempio di soluzione. Ma come possiamo pretendere che la gente rinunci ai veicoli privati ed utilizzi i mezzi pubblici, se questi sono inefficienti, sempre più cari, con continui ritardi e senza posti a sedere? Come facciamo a convincere la gente ad usare il treno, quando le FFS si rivelano inaffidabili e si dimenticano del Mendrisiotto? Se poi, nel momento del bisogno si decide di eliminare fermate principali della regione, la speranza di migliorare la situazione si va a far benedire!

Come candidati al Municipio non accettiamo di veder trattata la nostra regione in questo modo! Siamo sempre più convinti che sia arrivato il momento di cambiare, questo atteggiamento non ci stà: il Mendrisiotto non è una regione di seconda fascia!

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ospite
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile