Tipress
L'OSPITE
11.02.19 - 19:170

Regalo da 1,3 miliardi all’UE: nuovo atto di servilismo compulsivo

Lega dei Ticinesi

Come c’era da attendersi, perché dalla partitocrazia ci si può solo attendere il peggio, anche la commissione della politica estera del Consiglio nazionale, come quella degli Stati (che aveva deciso con voto determinante del presidente, il PPD Filippo Lombardi ) ha stabilito che i cittadini elvetici devono (?) regalare 1.3 miliardi all’UE. La decisione è stata presa oggi per 15 voti contro 10.

Avanti con il servilismo compulsivo! E se qualcuno crede davvero che Bruxelles si atterrà agli impegni presi, ed in particolare a quello di non adottare misure discriminatorie nei confronti della Svizzera, vuol dire che è caduto dal seggiolone da piccolo. 
Come hanno già spiegato illustri esponenti di PPD e PLR, gli 1.3 miliardi vengono versati "per oliare". E quindi lorsignori ci verranno ben presto a dire che, anche se l'UE non rispetta le condizioni poste (oppure, se prima vi si attiene ma poi si rimangia tutto) "bisogna" pagare lo
stesso, perché quando i funzionarietti di Bruxelles ordinano, gli svizzerotti "non hanno altra scelta" che chinarsi a 90 gradi! Se le generazioni che ci hanno preceduto avessero ragionato come i politicanti attuali, la Svizzera non esisterebbe più da un pezzo. Un sacco di gente si sta rivoltando nella tomba.

I balivi di Bruxelles ci ricattano - e continueranno a ricattarci - sullo sconcio accordo quadro e noi gli facciamo pure i doni miliardari? 

E poi questi stessi politicanti che vogliono regalare 1.3 miliardi alla fallita UE sono i primi a venirci a dire che non ci sono soldi per l'AVS? Però quando si tratta di regali all'estero e di mantenere migranti economici i soldi si trovano sempre? Semplicemente vergognoso.

Ma dalla casta eurolecchina non ci si poteva attendere altro.

TOP NEWS Ospite
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report