Ti-Press
L'OSPITE
13.02.16 - 11:340

Municipio di Locarno tra Gottardo e disinformazione

Fabrizio Sirica, membro della direzione del Partito Socialista e candidato al Municipio di Locarno

Con un comunicato stampa, il Municipio di Locarno ha invitato la cittadinanza a votare favorevolmente al raddoppio del Gottardo. L’argomento principale a favore di questa tesi, sottolineato più volte nella presa di posizione, è il danno economico che comporterebbe “la chiusura al traffico per un periodo di quasi 3 anni per consentire i necessari lavori di risanamento della galleria attuale”.

Ma questa è disinformazione! Infatti una perizia dello studio Balser&Partner, commissionata dall’USTRA e pubblicata nel novembre dello scorso anno, ribalta completamente gli scenari previsti! Contrariamente a quanto affermavano i rapporti dell’USTRA del 2008-2010, il tunnel non dovrà essere chiuso totalmente per 140 giorni, perché la soletta non è a rischio e tiene fino al 2035. Lo stesso non dovrà neppure essere in seguito chiuso per altri 3 anni, come si prevedeva e come riporta falsamente il Municipio locarnese.

Se questo errore è figlio della scarsa analisi del tema, oppure se è stato commesso per cavalcare appositamente paure di isolamento, non è dato a sapere. Si può però affermare che è grave, se non addirittura scandaloso, che il Municipio di Locarno veicoli disinformazione su un tema tanto importante!

Per concludere, chiedo a tutti i concittadini che hanno a cuore l’ambiente e la salute delle future generazioni, chiedo a tutti coloro che vogliono una politica dei trasporti diversa da quella che attualmente e che non vogliono vedere boicottato l’oneroso e rivoluzionario progetto di Alptransit, di votare NO al raddoppio, diffidando da chi propina falsità e paura!

TOP NEWS Ospite
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile