People
12.09.05 - 17:250
Aggiornamento : 15.10.14 - 09:01

SANITA': SPAGNA, A PROCESSO IL MEDICO ACCUSATO DI AVER CONTAGIATO 276 PAZIENTI

Valencia, 12 set. (Adnkronos Salute)- A processo perchè accusato di aver contagiato 276 pazienti con l’epatite C in quattro ospedali di Valencia negli anni compresi tra il 1988 e il 1999, l’anestesista spagnolo Juan Maeso ha detto oggi in aula di non sapere se è ammalato perchè “si sente benissimo” fisicamente. “Se ho l’epatite, non lo so. Non mi interessa perche’ mi sento molto bene” ha affermato il medico, pur ammettendo che nel 1998 ha avuto un risultato positivo al test per l’epatite C. L’imputato, che rischia fino a 2.214 anni di carcere se verrà riconosciuto colpevole, non informò dei risultati la direzione sanitaria della clinica dove lavorava all’epoca. “Non mi sento malato - ha affermato Maeso - e per questo non vado dal medico. Sono sicuro di stare bene. Sono sempre stato bene”. Unico imputato nel processo che prende il via oggi dopo sette anni di istruttoria, con 600 testimoni chiamati a deporre e 171 avvocati in difesa dei 276 pazienti contagiati, di cui tre sono deceduti per le conseguenze della malattia, l’anestesista ha poi negato di essere un consumatore di oppiacei. Secondo l’atto dell’accusa che ha chiesto oltre ai 2.214 anni di carcere anche indennizzi record per 28,8 milioni di euro, Maeso si iniettava l’anestetico e poi, con lo stesso ago, lo somministrava al paziente, mentre “esisteva il sospetto generalizzato tra il personale sanitario che fosse un consumatore abituale di stupefacenti”. La difesa dell’anestesista ha respinto questa accusa, affermando che sono voci di corridoio prive di valore in un processo penale. (Adnk/Adnkronos Salute)

TOP NEWS People
REGNO UNITO
5 ore

Harry Styles congela i suoi vestiti?

Il cantante conserverebbe il suo intero guardaroba all'interno di un caveau dotato di raffreddamento criogenico e monitorato 24 ore su 24 da telecamere di videosorveglianza

STATI UNITI
7 ore

Quentin Tarantino non si piegherà alla censura cinese

Il regista conferma che non rimonterà "C'era una volta a... Hollywood", nonostante sia stato bloccato una settimana prima dell'uscita nelle sale

STATI UNITI
9 ore

L'ex governatore Schwarzenegger odia la politica

Il divo ha ammesso di non essersi mai sentito veramente un politico

STATI UNITI
14 ore

Angelina Jolie dopo l'addio a Brad Pitt: «Ero a pezzi»

L'attrice, che a settembre 2016 si è separata dal marito, è stata assente dal grande schermo per ben quattro anni

ITALIA
1 gior

Michelle Hunziker non è Maria e non dorme per "Amici"

La conduttrice non ha preso bene le critiche che le sono state mosse. Ma «non mi abbatto, mi rimbocco le maniche e accetto la sfida»

STATI UNITI
1 gior

È il giorno delle nozze di Jennifer Lawrence

L'attrice sposa il gallerista Cooke Maroney

STATI UNITI
1 gior

Che botta Lady Gaga: balla con un fan e cade dal palco

Tra lo stupore del pubblico presente al suo concerto di Las Vegas, la popstar è subito tornata a cantare. «Va tutto bene. L'unica cosa che non va è che abbiamo bisogno di una scala»

STATI UNITI
2 gior

Justin Bieber: «Non ce l'ho con Taylor Swift»

I due si sono scambiati accuse reciproche nei mesi scorsi, quando lei ha iniziato una crociata pubblica contro Scooter Braun

REGNO UNITO
2 gior

Harry e la morte della mamma Lady Diana: «Ogni volta che sento un click...»

Il Principe Harry sta seguendo le orme della madre, che quando era in vita si era molto battuta contro le mine antiuomo e per i malati di HIV

VOTO
CANTONE
2 gior

“Tocca a noi”, un rap per giovani e voto

L'invocazione-appello in musica del 23enne Massimiliano Di Paolo

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile