Foto: Federico Buscarino
"Chiedimi se sono di turno"
LUGANO
13.10.21 - 06:000
Aggiornamento : 10:15

Giacomo Poretti racconta al LAC la sua vecchia vita da infermiere

Il monologo "Chiedimi se sono di turno" è in programma questo weekend a Lugano. Per l'occasione lo abbiamo intervistato

LUGANO - Venerdì e sabato Giacomo Poretti (il Giacomino del trio Aldo, Giovanni e Giacomo) sarà al LAC con il suo spettacolo "Chiedimi se sono di turno", un monologo nato dalla sua esperienza d'infermiere. Per l'occasione lo abbiamo intervistato. 

Questo fine settimana sarà al LAC di Lugano con il suo spettacolo. Ci può anticipare qualcosa? 
«Lo spettacolo è ambientato in un ospedale, in cui un infermiere sta svolgendo il turno di notte. E racconta come è finito a lavorare tra le corsie: è entrato come semplice ausiliario delle pulizie, e man mano, un po' per necessità dell'ospedale, e un po' perché lui si è appassionato, si è fermato lì 11 anni. E racconta ciò che ha visto dal punto di vista dell'infermiere in tutti quegli anni».

Il titolo però mi ricorda qualcosa...
«Certo, parodia un po' il titolo del nostro successo di Aldo, Giovanni e Giacomo "Chiedimi se sono felice"». 

Cosa l'ha spinta a parlare del mestiere dell'infermiere?
«È molto autobiografico, perché ho lavorato tanti anni in ospedale proprio come infermiere prima di fare il comico, ed è stata un'esperienza talmente forte che sentivo l'esigenza di raccontarla, anche in maniera comica».

Il mestiere d'infermiere e quello di comico hanno qualcosa in comune? 
«Forzandolo un po', entrambi si prendono cura delle persone. L'infermiere per evidenti motivi, e il comico perché cerca di farli divertire».

Come ha vissuto la pandemia?
«Mi sono ammalato quasi subito, e fortunatamente ne sono uscito bene, solo con tanta febbre e dolori, e tanta paura». 

Cinema, teatro, televisione, libri... c'è un'esperienza che ancora le manca e che vorrebbe fare?
«No, in realtà no. Il teatro è forse quello che ci appartiene di più. E in questi giorni è in uscita anche la mia ultima fatica letteraria che si intitola "Turno di notte", che riprende in parte lo spettacolo. Ci mancherebbe solo di cantare, ma sono talmente stonato che è meglio di no». 

Lo sketch che rifarebbe ogni giorno? 
«Mi divertiva molto fare quello dei bulgari, ma richiede una prestanza fisica che credo di non possedere più. Ma anche quello della macchina, del tranviere, che si possono fare a qualsiasi età». 

A novembre come festeggerete i trent'anni di carriera del trio?
«Stiamo pensando di raccontare televisivamente, attraverso uno speciale, l'esperienza trentennale». 

Com'è salire sul palco da soli, rispetto a quando si è in tre?
«Cambia radicalmente, la responsabilità è suddivisa quando si è in tre. Da soli è più una questione di memoria». 

Oggi è più difficile far ridere?
«Non saprei, per quanto riguarda noi tre lo stile è sempre quello e continua a funzionare. La gente ha sempre voglia di divertirsi». 

Siete riusciti a far ridere anche i ticinesi con gli sketch sugli svizzeri, un'impresa non da poco. Qual è il suo rapporto con il Ticino? E perché nominate spesso Viganello?
«Sono nato nell'alto milanese, non molto distante dal confine. E da bambini si andava spesso in Svizzera a fare benzina, a comprare il cioccolato. E poi il fatto che la lingua fosse quella, nonostante le storpiature, ci fa sentire a casa. E citiamo spesso Viganello perché musicalmente fa ridere». 

Progetti per il futuro? 
«L'anno prossimo, pandemia permettendo, faremo un altro film». 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS People
ITALIA
2 ore
È morto Toni Santagata
Cantautore e cabarettista fu fra i protagonisti di “Canzonissima”, sua anche "Quant'è bello lu primm'ammore"
ITALIA
18 ore
Da Sangiovanni a Morandi: annunciati i Big di Sanremo
Troviamo tra gli altri Elisa, Achille Lauro, Emma, Michele Bravi, Iva Zanicchi e Mahmood e Blanco
ITALIA
23 ore
Mengoni: «Ho avuto il Covid, mi ha messo a dura prova»
L'appello del cantante: «C’è il vaccino, bisogna usarlo. Bisogna mantenere gli accorgimenti che abbiamo seguito finora»
ITALIA
1 gior
I 60 anni di Maria De Filippi, Maurizio Costanzo: «La risposerei anche domani»
Domenica il compleanno della conduttrice, il marito: «Pronta una cena intima»
STREAMING
ITALIA
1 gior
Elettra Lamborghini ci fa ballare anche a Natale
La star ha lanciato il suo singolo "A mezzanotte", un'immersione romantica nell'atmosfera natalizia
ITALIA
1 gior
Federica Pellegrini, la proposta di nozze di Matteo Giunta è arrivata in albergo
Il futuro marito della nuotatrice: «Dovevo farlo in strada, ma ho avuto paura dei paparazzi»
STATI UNITI
2 gior
George Clooney ha rifiutato 35 milioni di dollari per un giorno di lavoro
L'attore e regista ha detto no allo spot della compagnia aerea «di un paese a volte discutibile»
ITALIA
2 gior
Serena Grandi: «Feci sesso con un ragazzo nel corridoio di un hotel»
L’attrice e gli eccessi del passato: «Panatta il partner più trasgressivo»
FOTO
CANTONE
2 gior
Un "Diario di viaggio", illustrato e a misura di bambino
Un modo per farli imparare divertendosi, assicura Alice Zimmermann
Lugano
2 gior
Il migrante è europeo e per sopravvivere deve raccogliere "like"
Il nuovo libro del candidato premio Nobel 2020 Nicolò Govoni verrà presentato questa sera al Cinestar di Lugano
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile