Imago
STATI UNITI
23.06.21 - 18:300

Britney inedita: già nel 2016 lamentava l'«eccessivo controllo» esercitato dal padre

La precoce insofferenza della cantante alla tutela emerge da documenti confidenziali diffusi dal New York Times.

LOS ANGELES - Sotto tutela dal 2008, Britney Spears ha iniziato a chiedere che la misura che limita la sua libertà decisionale fosse annullata molto prima e con molta più convinzione di quanto finora si credesse. Lo rivelano documenti giudiziari confidenziali ottenuti dal New York Times che gettano una luce sul punto di vista della cantante, che molto raramente si è espressa pubblicamente sul tema.

Nelle carte si legge che già nel 2014 Britney metteva in discussione l'adeguatezza di suo padre Jamie per il ruolo di suo tutore. Il suo avvocato citava la sua presunta propensione all'alcol tra i motivi per cui richiedeva che il 68enne fosse rimosso dal suo incarico.

Nel 2016, poi, un inquirente esprimeva con parole inequivocabili l'insofferenza della popstar per la sorveglianza esercitata su di lei. «Ha esposto che sente che la tutela è diventata un sistema oppressivo e uno strumento di controllo contro di lei», verbalizzava il funzionario. Quel sistema aveva «troppo controllo», lamentava la cantante, «troppo, troppo controllo».

Almeno fino ad allora, denunciava Britney, il padre poteva decidere tutto: da chi potesse frequentare e chi no al colore degli armadietti della sua cucina. Le sue finanze erano inoltre attentamente sotto osservazione. La popstar, dal patrimonio stimato a 60 milioni di dollari, sosteneva di ricevere solo 2'000 dollari alla settimana per le sue spese correnti. 

A beneficiare della tutela sembravano essere tutti tranne lei. «È "stanca che la gente si approfitti di lei" e ha detto che è lei quella che lavora e guadagna i soldi, ma tutti intorno a lei sono sul libro paga», continuava lo stesso inquirente. Secondo il Times, Jamie Spears riceve circa 16'000 dollari al mese per il suo ruolo di tutore, oltre a una percentuale sugli accordi commerciali conclusi dalla figlia.

Il tema è di attualità perché oggi, mercoledì, Britney comparirà in tribunale a Los Angeles per discutere della sua posizione. È stata lei stessa, due mesi fa, a chiedere un'udienza alla giudice per rivolgersi alla corte «direttamente».     

 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS People
REGNO UNITO
3 ore
Ecco la nuova Regina Elisabetta II di "The Crown"
Netflix ha svelato la prima immagine della nuova stagione
ITALIA
9 ore
Malore sul palco per Gaetano Curreri
Il cantante degli Stadio è stato ricoverato in cure intense: «Ora è stabile»
ITALIA
1 gior
Al Bano: «Loredana ha un’intelligenza superiore»
Il cantante elogia la compagna e racconta di come è iniziata la loro storia d’amore
ITALIA
1 gior
Lorella Cuccarini, 30 anni con Silvio Testi: «Galeotto fu un film»
La conduttrice ha parlato della relazione con il produttore sposato nel ’91
ITALIA
1 gior
Alessandra Amoroso: «Una storia finita non è un fallimento»
La cantante si racconta in una lunga intervista dopo l’addio a Stefano Settepani
VIDEO
CANTONE
1 gior
Una raccolta fondi per... andare a cercare Gatta
I fan possono contribuire alla realizzazione della seconda stagione di "Liscio On The Rocks"
STREAMING
CANTONE
1 gior
L'omaggio all'estate (e a tempi più sereni) di Agahma
"High On You" è la nuova produzione del progetto elettronico di Joas Häfliger
ITALIA
1 gior
Mara Venier, lettera “d’amore” all’amica Maria De Filippi: «Sei il meglio»
La conduttrice Rai ha dedicato complimenti e ringraziamenti pubblici alla collega
STATI UNITI
2 gior
Matt Damon: «Ben e Jennifer? Auguro loro solo grane!»
L'attore non ha perso occasione per scherzare sull'amico e collega. Tra lui e la cantante è «vero amore», ha rivelato.
STATI UNITI
2 gior
Bob Odenkirk è «in condizioni stabili»
L'attore ha avuto un malore di natura cardiaca, ha spiegato il suo entourage
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile