Imago/ZumaWire
+4
CINEMA
02.03.21 - 06:300
Aggiornamento : 13:12

Quello struggente e poetico ritratto di un'America che vive su quattro ruote

“Nomadland”, con una strepitosa Frances McDormand, è l'inedito ritratto di un popolo che segue le stagioni e il lavoro

LUGANO - Nell'immensità delle distese degli Stati Uniti, quelle che le telecamere di cinema e serie non riprendono mai, un giorno una miniera chiude e con essa scompare dalla faccia della terra un paesino. Niente più codice d'avviamento postale, niente più lavoro, niente più niente.

Per chi lì ci abitava è un esodo, c'è chi trova una nuova casa, una nuova carriera. E chi, come Fern, invece perde tutto. Anche il marito, che fra i sassi ci ha lavorato fino a morire del male del secolo.  Per lei inizia così una vita da nomade, fra gli Stati Uniti seguendo le stagioni in cerca di lavoro.

A dicembre si impacchetta da Amazon, in primavera i camping, l'estate allo Zoo e l'autunno a raccogliere sacchi di patate. Così, ciclicamente. Fern però non è sola, è un membro di una tribù enorme, un popolo di gente tagliata fuori da tutto che, in maniera dignitosa, semplicemente vive.

Questo è “Nomadland” della regista Chloé Zhao, per molti la pellicola più notevole di questa anomala annata cinematografica. Lo vedremo al cinema a partire dal 24 marzo, se saranno aperti e ce lo auguriamo, anche perché il film in questione merita di essere visto sul grande schermo.

«Sono una senzatetto, non una senzacasa», così si definisce Fern - interpretata da quel mostro sacro che ormai è Frances McDormand - e che viene ripresa durante i suoi 12 mesi di vita per la strada. «È stato un salto nel buio, l'atterraggio mi ha colpita duramente», ha confermato lei stessa nella conferenza stampa post-visione del film concessa a noi giornalisti, «ho letto il copione, ma l'impatto con la realtà del vivere per la strada è stato fortissimo».

Un anno, il suo e quello del suo personaggio, fra le pareti di lamiera di un van plasmato giorno dopo giorno per diventare un'abitazione. Visitando scorci mozzafiato - fra il gelido Nord e il torrido Sud - e incontrando quel popolo che bazzica per le strade di una nazione fra le più enormi al mondo.

Un nugolo di teste brizzolate e bianche, gente che - verso la fine della vita - per un motivo o per l'altro è restata senza lavoro, senza famiglia e senza casa. La pensione non basta, quindi bisogna spostarsi in cerca di lavoro, ma anche per placare una sorta d'irrequietezza esistenziale da chi si ferma è perduto.

“Nomadland” è un'opera poetica, legata alla semplicità e alla dignità del vivere senza giudizi e senza confini, ma è anche uno spietato saggio giornalistico - tratto da un libro d'inchiesta - che racconta un'America, fatta di lavori temporanei e carovane, che quasi nessuno conosce. La voglia di fare cronaca è il motore del copione, ma finisce per dissiparsi a contatto con l'umanità e con le immagini.

Quello che ne esce è un ritratto commosso e affezionato di un popolo di ultimi, i nomadi dell'era moderna, che procedono per la loro strada - perché la loro vita è la strada, e sulla strada si spegnerà - con umiltà, resilienza e un'inestinguibile solidarietà.

Imago/ZumaWire
Guarda tutte le 7 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS People
GIUMAGLIO
13 min
Domani è il giorno di "Destino"
Luis Landrini lancerà il videoclip su YouTube e presenterà il suo ultimo singolo in piazza a Giumaglio, con la sua band
CANTONE
3 ore
"Mappamundi", un cammino in una «terra infuocata di passioni amorose»
Un viaggio nello spazio e nel tempo nel nuovo album dell'ensemble di musica medievale e rinascimentale Greensleeves
ITALIA
13 ore
Paolo Bonolis, altro che crisi: sviolinata per la moglie Sonia
Il conduttore ha allontanato le voci di un matrimonio in difficoltà
ITALIA
15 ore
Maddalena Corvaglia e Paolo Berlusconi: il gossip impazza
La showgirl e il fratello minore dell’ex premier starebbero insieme
STATI UNITI
17 ore
Scarlett Johansson sul personaggio della Vedova Nera: «Ipersessualizzato»
L'attrice si riferisce alla prima apparizione di Black Widow nel franchise cinematografico Marvel
STATI UNITI
19 ore
Interpreta un personaggio gay, ma è etero: Michael Cimino minacciato di morte
Il giovane attore ha ricevuto svariati commenti negativi, anche all'interno della sua famiglia
ITALIA
21 ore
Cesare Cremonini dirigerà un film su Lucio Dalla
Non sarà un classico biopic musicale: racconterà il momento in cui il cantautore iniziò a scriversi i testi da solo
STREAMING E VIDEO
CANTONE
1 gior
L'importanza di stare "Together"
Nuovo singolo e videoclip per il progetto musicale Animor
CANTONE
1 gior
Quel liceo americano che è un po' anche il nostro
Lo “viviamo” da anni attraverso la tv, come mai ci piace così tanto? Ce lo spiega un libro firmato Bertoldi & Benvegnù
ITALIA
1 gior
Martina Stella: «Aspetto un maschietto»
L’attrice ha svelato altri particolari riguardo alla seconda gravidanza
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile