Immobili
Veicoli
Foto Ray Tarantino
CANTONE
21.12.20 - 06:300
Aggiornamento : 11:07

Luciano Ligabue: «Sono 30 anni che mi dicono che il rock sta morendo, eppure...»

È ancora lì, primo in classifica con “7” e un cofanetto che celebra una carriera: «A farlo mi sono davvero divertito»

LUGANO - Nell'era del rap e della trap, trovare un disco rock in prima posizione in classifica, e in Italia, fa un certo effetto.

È “7”, il nuovo album di Luciano Ligabue, pubblicato per celebrare i suoi 30 anni di onorata carriera anche all'interno di un maxi-cofanetto da 77 canzoni. Ne abbiamo parlato proprio con lui.

Insomma, per quanto si continui a dirlo, il rock di morire proprio non vuole saperne...

Sono 30 anni che dicono che il rock sta morendo, eppure è sempre qua (ride). Guardando ai palinsesti delle radio è evidente però che si tratta di un genere che sta un po' soffrendo e che fatica ogni anno un pochino di più. È anche vero che è quello che mi piace fare e con cui sento di potermi esprimere meglio.

Questo “7” nasce da un insieme di canzoni tirate fuori dai cassetti, com'è nata l'idea?

Si tratta di sette spunti, anche minimi, che mi sono ritrovato per le mani dopo un po' di ricerca. In alcuni casi erano proprio atomi. Per esempio, del pezzo “Mi ci pulisco il cuore“ avevo solamente il titolo che mi piaceva, e così me lo sono annotato. La canzone ho finito per scriverla da zero! Per altri brani c'era qualcosa in più, registrazioni, demo o anche solo giri d'accordi. 

Il lavoro su tutti questi pezzi è stato importante, e in diversi casi radicale, si può dire che sono canzoni nuove a tutti gli effetti. L'idea di celebrare questo trentennale di carriera con dei brani che comunque hanno un piedino nel passato ci piaceva molto.

Nel cofanetto oltre a "7" c'è anche "77" che è una maxi-raccolta di tutti i tuoi singoli, si tratta di un insieme ragionato. Com'è stato trovarsi a fare la playlist di sé stessi?

È stato un processo che è nato e si è mosso con molta naturalezza. Un mio amico ha fatto il calcolo: 77 singoli in 30 anni sono circa uno ogni 5 mesi, tantissimi, pure troppi (ride). Devo anche dire che ad assemblare questo cofanetto mi sono proprio divertito, ho voluto seguire le sensazioni e il cuore.

Ho voluto provare ad assemblare dei dischi nuovi, coerenti nelle intenzioni. Anche la scelta del primo e dell'ultimo brano della raccolta è pensata: si parte con quello è un po' il mio manifesto "Questa e la mia vita" e si conclude là dove tutto è cominciato con "Sogni di rock and roll".

In "Volente o nolente" sei tornato a collaborare con Elisa, siete due mondi artisticamente molto distanti, com'è successo?

Più di 10 anni fa scrissi "Gli ostacoli del cuore", una volta finita però mi fu subito chiaro che quella canzone doveva cantarlo qualcun altro e mi venne in mente Elisa. Non l'avevo mai fatto prima, non avevo mai dato a un altro artista una mia canzone, e quando l'ho chiamata un po' di paura ce l'avevo.

Per questo quando è venuta a Correggio per registrarla avevo anche questa "Volente o nolente", nel caso l'altra non le piacesse. Alla fine le abbiamo terminate entrambe.

Mentre mi ero messo al lavoro per "7" sono saltati fuori i nastri di quella canzone, alla fine abbiamo usato proprio la parte vocale di Elisa registrata quel giorno. Abbiamo subito trovato che fosse particolarmente adatta a questo presente, parla di due persone lontane che si scambiano desideri. È una canzone molto ottimista, in un periodo difficile.

Incrociando le dita, nel 2021 si spera di tornare a suonare dal vivo. Oltre al mitico Campo Volo verrai anche in Ticino, al Moon & Stars di Locarno. Com'è per te suonare alle nostre latitudini?

Devo essere sincero non ci ho mai trovato una grande differenza rispetto al suonare in Italia (ride). Ma bisogna anche dire che se è così è perché il pubblico mi ha fatto sentire a casa. Trovare una folla calorosa come quella ticinese è sempre una gioia.

Ultimissima domanda, come passera il Natale Luciano Ligabue?

Lo passerò in casa, sarà più intimo che mai e tenteremo di farlo passare velocemente perché in questi casi è facile farsi prendere dalla malinconia. Ho la fortuna di avere una famiglia e quindi lo passerò con loro.

Mi proietto già verso Capodanno però con qualcosa di speciale, sperando di chiudere finalmente questo maledetto 2020.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS People
STATI UNITI
15 ore
L'assalto a Capitol Hill diventerà un film
Si chiamerà "J6" e sarà diretto da Billy Ray, che subito dopo il 6 gennaio si recò a Washington per le interviste
ITALIA
16 ore
Bomba su Michelle Hunziker: dopo l’addio a Trussardi torna con Eros?
Il portale Dagospia ha lanciato una clamorosa indiscrezione sulla presentatrice
STATI UNITI
23 ore
È morto Meat Loaf
Il cantante e rocker americano aveva 74 anni e si è spento attorniato dai suoi cari
STATI UNITI
1 gior
Lo sgambetto del Covid ad Adele che all'ultimo annulla i suoi show a Las Vegas
«Metà della troupe è positiva, non siamo pronti», la notizia in lacrime su Instagram a 24 ore dall'inizio
FOTO
BRASILE
1 gior
È morta Elza Soares
La celeberrima cantante brasiliana aveva 91 anni e si è spenta per cause naturali in casa sua
ITALIA
1 gior
Belen, un post sembra confermare il ritorno con De Martino
«Non è mai troppo tardi per riprendere quel sogno», scrive l’argentina: parla di Stefano?
ITALIA
1 gior
Come reagire al catcalling? «Mi giro, guardo e me ne vado»
Cristina D'Avena ha illustrato in radio il suo modo di rispondere agli apprezzamenti non richiesti
ITALIA
1 gior
Fedez, doppio regalo extralusso alla Ferragni
Un bracciale da (almeno) 300mila euro e serata esclusiva al ristorante di Cracco i doni del rapper
ITALIA
1 gior
Gianni Morandi: «Nella vita ci vuole anche c...»
Lo sa bene il cantante, che oltre a decenni di popolarità ha sperimentato cosa significhi essere messo da parte
STATI UNITI
2 gior
Il rap è arte, «non un'arma per ottenere condanne in tribunale»
Proposto un disegno di legge perché i testi musicali non vengano utilizzati come prove penali. La scena rap alza la voce
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile