keystone-sda.ch / STF (Thibault Camus)
Le annunciate contestazioni hanno fatto desistere Roman Polanski dal prendere parte alla cerimonia dei César.
FRANCIA
27.02.20 - 14:450

Polanski rinuncia alla cerimonia dei César

Il cineasta ha deciso di non concedersi a «un autoproclamato tribunale d'opinione».

Attiviste avevano annunciato dure contestazioni nei suoi confronti.

PARIGI - Roman Polanski ha annunciato che non prenderà parte alla cerimonia di consegna dei Premi César dopo l'annuncio delle contestazioni nei suoi confronti.

«Da parecchi giorni mi si poneva questa domanda: andrai oppure no alla cerimonia dei César. La domanda che mi pongo piuttosto è la seguente: come potrei andarci» si legge nel comunicato che il regista franco-polacco ha diramato alla stampa. «Lo svolgimento di questa serata lo conosciamo già. Delle attiviste mi minacciano di un linciaggio pubblico. Altri annunciano dimostrazioni davanti alla Salle Pleyel» dove si tiene la cerimonia e altre manifestazioni ancora, aggiunge Polanski.

«I media e i social presentano le nostre 12 nomination (per "J'accuse", ndr) come un regalo della Direzione dell'Académie des arts et techniques du cinéma, gesto autoritario che avrebbe provocato le dimissioni in massa dei vertici», arrivate un paio di settimane fa. «Si cancella il voto segreto di 4313 professionisti che, di propria volontà, hanno deciso queste nomination, e di oltre 1,5 milioni di spettatori che si sono recati a vedere il film».

Polanski si chiede: «Che posto potrebbe esserci, in queste condizioni deplorevoli, per un film il cui soggetto è la difesa della verità, la lotta contro l'ingiustizia, l'odio cieco e l'antisemitismo?».

Il cineasta spiega: «Devo proteggere la mia equipe, duecento talenti notevoli tra attori, tecnici, produzione. Li ringrazio calorosamente per il loro lavoro straordinario e la dedizione alla quale il film deve il suo successo. Ne possono essere fieri, come lo sono io». Ma, aggiunge, «devo anche proteggere la mia famiglia, moglie e figli, che subiscono ingiurie e affronti, in applicazione di una responsabilità collettiva retaggio di un'altra epoca».

Polanski contesta l'accusa che gli viene mossa: «Le attiviste agitano la cifra di 12 donne che avrei aggredito mezzo secolo fa». Non si tratterebbe di «fatti accaduti» ma di «fantasmi di spiriti malsani» e di «una menzogna ripetuta 1000 volte che diventa una verità». Per questo motivo non sarà alla premiazione dei César: «Prendo questa decisione per non affrontare un autoproclamato tribunale d'opinione pronto a calpestare i principi dello stato di diritto».

keystone-sda.ch / STF (Thibault Camus)
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS People
ITALIA
7 ore
Ecco come Ambra Angiolini ha scoperto il tradimento di Allegri
Il settimanale Chi ricostruisce la fine della relazione tra l’attrice e l’allenatore della Juve
ITALIA
11 ore
Michelle Hunziker ed Eros immortalati insieme dopo anni
La conduttrice e l’ex marito fotografati con la figlia Aurora in un ristorante di Brescia
REGNO UNITO
14 ore
La regina Elisabetta dovrà «stare a riposo per qualche giorno»
Glie l'hanno consigliato i suoi medici, annuncia Buckingham Palace
ITALIA
1 gior
Fedez compie 32 anni: il regalo da 20mila euro della Ferragni
L’imprenditrice non ha badato a spese per il compleanno del marito caduto lo scorso 15 ottobre
REGNO UNITO
1 gior
Il padre di Meghan: «Fatemi vedere i miei nipotini»
Sebbene voglia riconciliarsi, Thomas Markle ha nuovamente accusato i Duchi di Sussex: «Pensano solo ai soldi»
STATI UNITI
1 gior
Addio Kanye West, d'ora in poi chiamatelo Ye
Niente più nome e cognome per il celebre rapper che da lunedì sul certificato di nascita ha solo una sillaba
ITALIA
2 gior
La Tatangelo: «D’Alessio di nuovo padre? Lo abbiamo saputo dai giornali»
La cantante ha raccontato come lei e il figlio Andrea hanno avuto la notizia 
STATI UNITI
2 gior
Kourtney Kardashian e Travis Barker si sono fidanzati
Anello da un milione di carati (e pietrona) per la coppia numero uno dei tabloid americani di questo 2021
ITALIA
2 gior
Francesco Facchinetti: «Aggredito senza motivo da Conor McGregor»
Il presentatore ha mostrato il labbro tumefatto causatogli dal lottatore MMA. Le conferma da altri Vip
FOTO E VIDEO
STREAMING
2 gior
Così “The Closer” ha generato la tempesta perfetta
Lo special comico di Dave Chappelle, tacciato di omofobia e transfobia, ha scosso i social e anche Netflix, ecco come
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile