Keystone
Al rapper italiano è stata riscontrata una demielinizzazione
ITALIA
05.12.19 - 14:400

Fedez confessa: «Sono a rischio sclerosi multipla»

Il rapper italiano lo ha rivelato in un'intervista che andrà in onda questa sera: «Ora devo scegliere le mie battaglie»

di Redazione

MILANO - Rivelazione molto personale per Fedez nella puntata di questa sera de “La Confessione” sulla Nove. Intervistato da Peter Gomez, il rapper italiano ha spiegato di essersi sottoposto a un esame che ha rivelato che è a rischio di sviluppare la sclerosi multipla.

«È successo un evento importante, difficile, che mi ha fatto capire quali sono le mie priorità», ha affermato il 30enne rispondendo a una domanda su cosa avesse in progetto per il futuro. «Durante una risonanza magnetica mi è stata trovata una cosa chiamata “demielizzazione” nella testa - ha rivelato -. La “demielizzazione” è quello che avviene quando hai la sclerosi multipla (il nome del fenomeno è, in realtà, demielinizzazione, ndr)».

Con la voce rotta, Fedez ha continuato: «Ti trovano questa cosa e ti dicono “Guarda, devi stare sotto controllo perché questa cosa può essere, come no, che si tramuti in sclerosi”». La scoperta, ha ammesso, è stata per lui motivo di iniziare un percorso «per migliorare e, soprattutto, per scegliere le mie battaglie».

La sclerosi multipla è una patologia neurologica cronica che colpisce il sistema nervoso centrale. Può provocare disturbi della vista, del linguaggio, dell’equilibrio, della sensibilità, spossamento, debolezza o rigidità muscolare, depressione, dolori, disturbi della vescica e dell’intestino e disfunzioni sessuali con decorsi molto variabili da un paziente all’altro. Come ricorda la Società svizzera sclerosi multipla, nel nostro Paese circa 15mila persone convivono con questa malattia infiammatoria del sistema nervoso. La patologia è tipicamente diagnosticata tra i 20 e i 40 anni di età e si manifesta generalmente dopo questo periodo. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS People
ITALIA
2 ore
Da Junior Cally fino a Battisti: quando le canzoni fanno scandalo
La polemica ai brani del rapper a Sanremo non è la prima (e non sarà l'ultima), una breve storia del costante battibecco fra musica e morale
FOTO
CANTONE
3 ore
Sebalter e la "Gente simpatica" trincerata dietro uno smartphone
Domani esce il nuovo singolo del cantautore, primo esempio della sua transizione musicale verso l'electro-pop
STATI UNITI
11 ore
Bradley Cooper vestirà i panni di Leonard Bernstein
Nel suo nuovo film per Netflix l'attore, che sarà anche regista, interpreterà il grande direttore d'orchestra e compositore americano
ITALIA
14 ore
Fabio Volo a Salvini: «Vai a suonare ai camorristi, se hai le palle»
Lo scrittore, in diretta questa mattina su "Radio Deejay", ha duramente criticato l'ex ministro per la sua diretta Facebook di ieri. E non è il solo
CANADA / REGNO UNITO
16 ore
Harry e Meghan contro i paparazzi
Gli avvocati avvertono: la violazione della privacy dei Sussex configura potenzialmente il reato di molestie
REGNO UNITO
18 ore
Addio a Terry Jones, fondatore dei Monty Python
L'attore gallese aveva 77 anni ed era malato da qualche anno
STATI UNITI
19 ore
“Star Trek: Picard”, Patrick Stewart arriva in plancia
Il franchise aggiunge l’ottavo capitolo alla sua lunga storia. Dal 24 gennaio su Amazon Prima di nuovo spazio al leggendario Picard
ITALIA
22 ore
J-Ax prepara il ritorno con “ReAle”, da solo…o quasi
Il 24 gennaio il rapper italiano torna con il suo nuovo album a distanza di oltre 4 anni dall'ultimo lavoro
BREGGIA
1 gior
«Ecco perché, nonostante i bocconi amari, torno a Sanremo»
Rita Pavone al Festival della canzone italiana, sempre avaro di soddisfazioni per lei, dopo 48 anni di assenza. Sul palco porterà “Niente (Resilenza 74)”, brano scritto dal figlio
STATI UNITI
1 gior
Prince, i familiari mollano le cause legali sulla morte
I parenti avevano citato in giudizio medici, clinica e farmacia per omicidio colposo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile