BANG SHOWBIZ
Selvaggia Lucarelli si salvò per miracolo in un terribile incidente stradale nel 1993.
ITALIA
04.12.19 - 10:300

Selvaggia Lucarelli e quella volta che rischiò di morire

Il 4 dicembre 1993 si salvò per miracolo dopo un terribile incidente stradale vicino Roma

di Redazione
Bang ShowBiz

2019-12-04 07:30:00 Selvaggia Lucarelli, rivelazione shock: 'Sono viva per miracolo' Selvaggia Lucarelli ha rivelato per la prima volta che il 4 dicembre del 1993, ovvero esattamente 26 anni, si salvò per miracolo dopo un terribile incidente stradale vicino Roma con il fidanzato dell'epoca. 

ROMA - Selvaggia Lucarelli è viva per miracolo. La scrittrice ha rivelato per la prima volta che 26 anni fa, il 4 dicembre del 1993, la sua vita stava per interrompersi bruscamente a causa di un terribile indicente in autostrada. «I primi giorni di dicembre per me sono sempre malinconici perché evocano quel giorno di tanti anni fa - il 4 dicembre 1993 - in cui non sono morta per un soffio. Per quel soffio che è solo fortuna e che sai di non aver meritato più di altri che non hanno neppure avuto il tempo di pensare 'Muoio'», ha scritto in un post pubblicato sul suo profilo Facebook.

Quella che sarebbe diventate una delle penne più sagaci e ironiche d'Italia all'epoca era poco più che maggiorenne. Viveva a Roma con il fidanzato Gianluca e nel weekend i due andavano a lavorare in una discoteca a Ceri, un paese a metà strada tra la Capitale e Civitavecchia, la cittadina natale di Selvaggia. «Si finiva molto tardi e io avevo voglia di andare a dormire a casa dai miei a Civitavecchia per stare con loro almeno la domenica. Sentivo che col mio trasferimento a Roma li avevo feriti. Fu così che quel sabato di dicembre, intorno alle 5 del mattino, Gianluca disse 'Ti accompagno a Civitavecchia'. La distanza era di circa 40 km, da percorrere sull'autostrada Roma-Civitavecchia. La strada era semi-deserta, io ero così stanca che mi addormentai sul sedile del passeggero. Senza cintura (25 anni fa le cinture non se le metteva quasi nessuno, pensate che scemi)», ha raccontato.

«Ricordo solo un botto fortissimo. Poi un intenso odore d'erba bagnata. Ero sdraiata in mezzo a un campo, al buio. Non sentivo alcun dolore, solo la testa bagnata. Zuppa. Capii che avevamo fatto un incidente, intravedevo la Fiesta di Gianluca a qualche metro da me. Sentii lui che mi chiamava. Urlava il mio nome come in un telefilm mediocre. Lo chiamai forte anche io. Eravamo vivi. Continuavo a chiamarlo, piangendo. Ora sentivo male al ginocchio, non potevo alzarmi. Vidi una macchina che accostava, in autostrada», ha aggiunto.

«Un ragazzo si avvicinò a noi con una torcia, mi sollevarono in piedi e mi accorsi che il mio ginocchio destro (la rotula) era fuori dalla sua sede naturale. Mi sentii svenire. Quel ragazzo mi disse che dovevo rimanere sveglia. Gianluca sentiva dolore a un braccio. Quando arrivò l'ambulanza vidi che eravamo usciti di strada quasi a Santa Severa, a 10 minuti da casa mia. C'era una curva, larga, Gianluca lì si era addormentato ed era andato dritto a più di 100 km orari», ha proseguito.

«Per fortuna in quel punto non c'era guardrail, la macchina era finita in una cunetta, si era ribaltata e poi era tornata dritta, nel campo. Io ero schizzata fuori dal parabrezza. La mia testa era zuppa perché era piena di sangue. Nulla di grave, 15 punti di sutura esattamente nel centro della testa. Ricordo il trauma nel vedermi con i capelli completamente rossi nel bagno dell'ospedale. Non potevo lavarli finché non fosse arrivato il momento della rimozione dei punti. Il ginocchio aveva subito una sublussazione. Tenni il gesso un mese», ha spiegato. «Il punto esatto in cui avrei potuto avere 19 anni per sempre l'ho guardato ogni singola volta negli anni a venire, quando sono passata per quell'autostrada. Tutti gli anni, i primi giorni di dicembre, io sento l'atmosfera di quei giorni lì, giorni che mi hanno lasciato una discreta paura della macchina, una grande indulgenza nei confronti di chi - molto giovane - è altrettanto imprudente e più sfortunato di me a 19 anni», ha infine concluso.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS People
FOTO E VIDEO
CANTONE
24 min
Joyss e quelle risposte che abbiamo dentro di noi (ma non lo sappiamo)
Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con la giovanissima cantautrice ticinese: «Mi piace osservare il mondo, anche se fa un po' paura»
REGNO UNITO
11 ore
Instagram: Harry e Meghan superano William e Kate
I post della coppia "non più reale" sono decisamente più letti e condivisi
SVIZZERA
12 ore
Un record goloso: torta da 4 metri di diametro e 241 kg di peso
Dieci pasticceri si sono dati da fare per ben tre giorni
STATI UNITI
16 ore
Tarantino dice basta: «Fare film è una cosa da giovani»
Il regista americano intende abbandonare la camera da presa per poter dedicare più tempo alla scrittura e alla famiglia
REGNO UNITO
19 ore
Madonna annulla anche il primo concerto di Londra
La regina del pop ha parlato di «ferite che la affliggono dall'inizio del tour»
STATI UNITI
1 gior
Riesplode l'amore tra Channing Tatum e Jessi J
Dopo essersi lasciati nello scorso mese di dicembre, la coppia ha deciso di riprovarci e sembra fare sul serio
ITALIA
1 gior
Il sogno della Gerini: «A 48 anni vorrei un terzo figlio»
In una recente intervista ha parlato delle sue relazioni importanti e di quella mezza storia con Carlo Verdone
STATI UNITI
2 gior
L'ex di Amy Schumer sta vivendo con lei... e suo marito
La bizzarra situazione è in parte giustificata per lavoro ma... non troppo: «Per me è come un'adolescenza sospesa», spiega lui
STATI UNITI
2 gior
Billie Eilish si era quasi tolta la vita: «Non credevo di arrivare a 17 anni»
La popstar ha parlato del suo 2018 infernale e dei suoi problemi di salute mentale: «Ero vuota e senza gioia di vivere»
ITALIA
2 gior
Belen e gli scatti da piccola diva
L’argentina ha postato alcune foto della sua infanzia: «Non è cambiato niente»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile