keystone-sda.ch/ (Scott Roth)
Tre persone sono state incriminate per la morte di Mac Miller.
STATI UNITI
03.10.19 - 10:300

Tre incriminati per la morte di Mac Miller

Sono gli spacciatori che avrebbero fornito al rapper le sostanze che portarono alla sua overdose accidentale, rischiano almeno 20 anni di carcere.

LOS ANGELES - Le tre persone arrestate nelle scorse settimane in relazione all'inchiesta sulla morte del rapper Mac Miller sono state formalmente incriminate. L'accusa è di avegli venduto le sostanze (cocaina e pillole di ossicodone "potenziato" con fentanyl) che hanno provocato il suo decesso nel settembre 2018.

Si tratta di un 36enne dell'Arizona e di un 28enne e un 46enne californiani. I tre sono accusati di cospirazione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti - pratica che avrebbero portato avanti fino al momento dell'arresto, lo scorso mese di agosto - e rischiano una sentenza di minimo 20 anni in una prigione federale, che potrebbe tramutarsi nel carcere a vita senza condizionale se la giuria stabilirà che le loro azioni criminali portarono Miller alla morte.

Il musicista 26enne non sopravvisse a una overdose accidentale di sostanze: cocaina, alcol e fentanyl.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS People
STATI UNITI
6 ore
La musica di Harry Styles ispirata da «sesso e tristezza»
La pop star pubblicherà il suo nuovo disco, Fine Line, il prossimo 13 dicembre
FOTO
STATI UNITI
9 ore
I tempi cambiano e anche gli Angeli smettono di volare
Gli show di Victoria Secret si fermano dopo 23 anni. Il brand va male (e sarà ripensato) e pesano le accuse di sfruttamento del corpo femminile e il legame tra il proprietario e Epstein
LOSONE
12 ore
Sebastiano Pellanda: «Abbiamo creato uno spazio per noi giovani artisti»
Con l'amico Roberto Schneeberger, il 23enne ha concretizzato l'idea di una rivista autogestita
CANTONE
16 ore
Quando lo chef fa anche il poeta
Rodolfo Cerè è un giovane chef di successo. Domenica 24 novembre presenterà alla “Filanda” le sue poesie e i suoi aforismi
VIDEO
CANTONE
21 ore
Nadine Carina: ma quanto è bello sognare a occhi aperti
Esce proprio oggi "Reverie" il nuovo album della cantautrice locarnese: «Tutto parte da “Orgoglio e pregiudizio”...»
FOTO E VIDEO
STATI UNITI
1 gior
Woody Allen infine di nuovo in sala con "A rainy day in New York"
La pellicola piena zeppa di giovani star era rimasta congelata per via delle accuse di abusi al regista, uscirà da noi il 5 dicembre prossimo
STATI UNITI
1 gior
Robert Pattinson: «Volevo smettere di recitare»
L'attore ha rivelato che dopo la prima audizione per la serie cinematografica di 'Twilight' pensò di aver fatto una figura terribile
CANTONE
1 gior
Parla di abusi su minori: e tutti la cercano
Valerie Mozzi, classe 1965, con il suo libro "La mia Europa" sarà ospite di due grandi eventi al LAC di Lugano e all'Helvetic Music Institute di Bellinzona
ITALIA
1 gior
Fedez su Tiziano Ferro: «Non volevo offenderlo. Non capisco perché ora»
Il cantante romano ha spiegato che si è sentito offeso per il testo di una canzone scritta 10 anni fa dal rapper
CANTONE
1 gior
Il ritorno di Iris Moné con “Soul Sister”
«È un pezzo sull'amicizia», racconta la cantante ticinese che è reduce da un mini-tour di successo in America Centrale
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile