+ 20
CANNES
23.05.19 - 08:040

L'altra Cannes: tra eccessi, escort e festini dove imbucarsi

Il Festival è in pieno svolgimento. E non si parla solo di film. Viaggio nell'altra faccia di Cannes, fatta di fans, curiosi e di chi arriva a spendere 14.000 franchi per una cena con Brad Pitt

CANNES - Il festival di Cannes non è solo film. Anzi, quelli sono solo una piccola parte di questa giostra. Perché da rinomata località di vacanza questa città si trasforma in un set. Dove puoi incontrare figure dimenticate nel tempo e altre che cercano il fatidico quarto d’ora “warholiano” di celebrità. Infatti, oltre alle varie tv che raccontano la kermesse, ci sono piccole o grandi troupe che filmano l’evento o costruiscono una storia proprio su questi 10 giorni. E se sulla montée des marches si può vedere di tutto - dall’omaccione con un vestito attillato e i tacchi a spillo passando per gli occhiali rossi a forma di cuore di Elton John e arrivando allo spacco vertiginoso dell’abito della top model Alessandra Ambrosio che nulla lascia all’immaginazione – anche nei dintorni c’è da divertirsi, ma forse meno di una volta.

Non è più tempo (anche per il freddo e la pioggia di questi giorni) delle starlette mezze nude sulla spiaggia come negli anni 60. Ora, anche per un dispositivo di sicurezza impressionante (a ogni angolo di strada c’è un gendarme e per entrare nel Palais capita di essere sottoposti anche a due-tre controlli col metaldetector che neppure negli aeroporti più pericolosi…), lo show è più contenuto. Ma le curiosità non mancano. Per esempio una figura, da noi ormai scomparsa da tempo ma che qui accompagna, ogni anno, gli avventori di Cannes è lo strillone. “Libé, Libé” urla a chi è in fila per entrare in sala, vendendo il quotidiano francese Libération. E non fa strano ritrovare ogni volta le stesse scalette davanti al tappeto rosso. Quelle che i fan posizionano e lucchettano per bene sulle quali poi posizionarsi per avere la migliore vista della star di turno e magari accaparrarsi un selfie o un autografo. E questi sono appassionati storici, sono di casa a Cannes e tra di loro si conoscono tutti e alla fine, sono una parte importante di questo set.

Poi ci sono quelli che del festival proprio non gli importa nulla, un po’ come chi, durante il Festival del film di Locarno, va alla Rotonda. Gente che si fa i fatti loro. Per esempio sul lungomare son state posizionati alcune scacchiere. C’è sempre la fila per giocare e ogni partita ha diversi appassionate che suggeriscono mosse o fanno smorfie strane se il giocatore sbaglia. E tra i non festivalieri non mancano i giocatori di pétanque (che sono un po’ come le nostre bocce). Ogni paesino francese che si rispetti (e quindi anche a Cannes non potevano mancare) ha le sue piste di pétanque sulla terra battuta. Luoghi che sembrano isole dentro questo grande circo, da dove arrivano risate, urla di sdegno e bestemmie in dialetto.

Durante il giorno la Croisette è frequentata soprattutto da appassionati, curiosi e da chi – vestito di tutto punto - cerca un invitation per vedere il film, magari poco lontano da Selena Gomez o Penelope Cruz. Nella Grande Théâtre Lumière, che con i suoi 2.309 posti a sedere è tra le sale più grandi in Europa.

Mentre la sera ci sono feste da sogno organizzate dagli sponsor e per entrare devi essere un vip oppure sborsare una fortuna. Secondo un’inchiesta di Screen il mercato nero sta creando nuovi ricchi. Per entrare alla festa sulla spiaggia del nuovo film di Tarantino (presentato martedì) occorrevano 2.500 euro. E per cenare con Di Caprio, Brad Pitt e lo stesso regista pare ne servissero più di 13mila. Insomma, non per tutte le tasche. Sempre restando dentro la magia della notti eccessive, un’altra inchiesta di Hollywood Reporter ha messo in luce che durante questa kermesse sbarcano al sud della Francia e negli alberghi più rinomati più di 200 escort di lusso. E anche in questo caso le cifre che si aggirano sono da capogiro. Un ragazza nei 10 giorni del festival può guadagnare fino a 30-40mila dollari. Ma si sa, gli immensi yacht che si vedono poco lontano dalla riva e che sono soprattutto di proprietà degli arabi, vivono di questi eccessi.

Ma le notti prima o poi finiscono e il giorno dopo, grazie a un sistema efficiente di pulizia ma con una produzione di rifiuti molto importante, la città si ritrova pronta e vestita a festa per un altro giorno di festival. Ad accogliere, sul suo mitico tappeto rosso, le star, i sorrisi e i vestiti più eleganti dell’anno.

Nicola Mazzi
Guarda tutte le 24 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS People
STATI UNITI
4 ore
Per amore del lavoro Robert Pattinson si è ubriacato sul set
L'attore è stato lodato dal collega Willem Dafoe: «È un buon osservatore, sa come deve fare le cose, una volta è arrivato a farsi male da solo»
REGNO UNITO
6 ore
«Io e William abbiamo delle giornate no»
Il principe Harry ha smentito di aver litigato con il fratello William ma ha ammesso che il loro rapporto è altalenante
REGNO UNITO
8 ore
Elton John: «Ecco perché non riesco a guardare Bohemian Rhapsody»
Non perché il film sia brutto ma perché voleva troppo bene a Freddie Mercury come svelato a GQ: «Il nuovo Re Leone? Una delusione enorme»
STATI UNITI
10 ore
La guerra dei Joker: così Jared Leto voleva fare fuori il film con Joaquin Phoenix
L'attore premio Oscar pare fosse frustrato dalla promessa di Warner Bros. (non mantenuta) di una pellicola con lui come protagonista
STATI UNITI
13 ore
Kanye West, ci siamo: il disco esce venerdì
Il rapper conferma su Twitter la pubblicazione di "Jesus Is King" in concomitanza con l'uscita nelle sale del suo documentario
VIDEO
CANTONE
17 ore
Netflix, quattro uscite che non dovete perdervi
Si va da "Daybreak" alla seconda stagione de "Il metodo Kominsky", da "Prank Encounters" a "Dolemite Is My Name"
REGNO UNITO
1 gior
Harry Styles congela i suoi vestiti?
Il cantante conserverebbe il suo intero guardaroba all'interno di un caveau dotato di raffreddamento criogenico e monitorato 24 ore su 24 da telecamere di videosorveglianza
STATI UNITI
1 gior
Quentin Tarantino non si piegherà alla censura cinese
Il regista conferma che non rimonterà "C'era una volta a... Hollywood", nonostante sia stato bloccato una settimana prima dell'uscita nelle sale
STATI UNITI
1 gior
L'ex governatore Schwarzenegger odia la politica
Il divo ha ammesso di non essersi mai sentito veramente un politico
STATI UNITI
1 gior
Angelina Jolie dopo l'addio a Brad Pitt: «Ero a pezzi»
L'attrice, che a settembre 2016 si è separata dal marito, è stata assente dal grande schermo per ben quattro anni
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile