Keystone
ITALIA
26.04.19 - 11:000

Riders di Milano: «Ecco chi non ci da la mancia»

I fattorini che consegnano cibo a domicilio rivendicano migliori condizioni di lavoro

MILANO - Da tempo, anche in Italia, i fattorini che consegnano cibo a domicilio rivendicano migliori condizioni di lavoro: diritti sindacali, salario minimo, una previdenza sociale adeguata. I rider di Milano hanno trovato un modo inusuale per attirare l’attenzione: hanno pubblicato una blacklist di personaggi famosi che regolarmente si servono dei loro servizi ma che non lasciano mai una mancia, «nemmeno in caso di pioggia!».

L’elenco è stato esposto sulla pagina Facebook Deliverance Milano, insieme a un testo che spiega senza mezzi termini quali saranno le loro prossime mosse. «Inutile dire che questi personaggi famosi vivono in quartieri residenziali extralusso o nel centro delle città e che è significativo riscontrare come sia più facile ricevere la mancia se si consegna in zone popolari o in quartieri periferici, piuttosto che in distretti o in civici fighetti e più pettinati».

I fattorini si rivolgono poi alle aziende: «Attente quindi piattaforme digitali del delivery food, perché se non volete parlare con noi, confrontarvi con le nostre rappresentanze autonome e i gruppi organizzati che sono in stato di agitazione sindacale permanente, questo è il futuro che vi aspetta: noi produciamo i dati, noi conosciamo i vostri punti deboli e non esiteremo ad usarli contro di voi».

«Pretendiamo che le nostre mance non vengano tassate - continua il testo - ad oggi viene trattenuta l'iva quando il pagamento avviene (come la maggior parte delle volte) per mezzo del supporto di intermediazione digitale, quando dichiarate il contrario. E qualora fossimo costretti dal servizio aziendale a ricevere parte dei pagamenti in contante, come a #Glovo, pretendiamo un'indennità di cassa, perché già mentre siamo in consegna capita che veniamo aggrediti perché la gente cerca di derubarci o ci fregano le bici fuori dai palazzi e dai ristoranti, manca solo di venir rapinati e di rimetterci i soldi di tasca nostra!».

Il messaggio è chiaro: «Se l'informazione è potere noi rider liberiamo i dati! Se vogliamo vivere il nostro futuro occorre anche un upgrade nei diritti!».

Riders' Blacklist
DJ Albertino
Teo Mammucari
Fedez
Chiara Ferragni
Andrea Musacco
Cristian Abbiati
Paolo Cannavaro
David Moss
Danilo D'Ambrosio
Noyz Narcos
Marracash
Salvatore Aranzulla
Alessandro Gentile
Leonardo Bonucci
Fabio Rovazzi
Mauro Icardi
Wanda Nara
Matteo Sarzana
Gianluca Cocco
Matteo Pichi
Gonzalo Higuain
Philippe Mexes
Clementino
Rocco Hunt
Platinette
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS People
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report