Keystone
STATI UNITI
22.11.18 - 15:000

Ecco il motivo per cui Kim Cattrall ce l'ha con Sarah Jessica Parker

Sembra proprio che il litigio sia dovuto a una disparità nei compensi percepiti per la serie 'Sex and The City'

LOS ANGELES - Il produttore esecutivo di 'Sex and the City' ha rivelato che Kim Cattrall avrebbe voluto guadagnare come la collega Sarah Jessica Parker per il suo ruolo nella nota serie televisiva ambientata nella Grande Mela. Michael Patrick King ha raccontato che le due attrici hanno litigato proprio per questa disparità nello stipendio.

Il produttore ha spiegato che il rapporto tra Kim e Sarah ha cominciato a sgretolarsi nel momento in cui che la Cattrall ha chiesto di guadagnare la stessa cifra della collega.

Parlando a 'Origins Podcast' ha detto: «Lo show non sarebbe esistito se Sarah Jessica Parker non fosse stata la bionda Carrie Bradshaw».

«Kim non era al culmine della sua carriera, Kristin (Davies, che interpeta Charlotte York, ndr) non era così famosa, Cynthia (Nixon, che interpreta Miranda Hobbs, ndr) era un'attrice teatrale e il contratto era stato stipulato secondo i criteri di ognuna», ha spiegato Patrick.

Michael ha anche rivelato che la 62enne di origini canadesi non si è mai sentita parte integrante della famiglia di 'Sex and The City' mentre le altre invece erano riuscite a creare un bellissimo rapporto tra di loro.

«Lo show andava avanti, i personaggi progredivano e tutto evolveva diventando sempre più una famiglia, Kim non si è mai legata a noi», ha confidato King.

Nonostante la polemica vada avanti da anni, però, la Parker ha sempre detto di non aver nessun problema con la Cattrall, contrariamente a quest'ultima che più volte ha attaccato pubblicamente l'ex collega. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS People
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile