Francesco Tesei, classe 1972.
CANTONE
07.03.18 - 06:010

Viaggio nelle risorse magiche dell'inconscio

Il 26 aprile alle 20.30 il mentalista Francesco Tesei approderà al PalaCinema di Locarno con “Mind Juggler”, uno spettacolo che ha incantato milioni di persone in tutta Italia

LOCARNO - Torna alle nostre latitudini, dopo essersi esibito in un paio di occasioni a Lugano, Francesco Tesei, colui che ha portato il mentalismo al grande pubblico, prima in teatro e poi in tv.

“Mind Juggler” è uno spettacolo durante il quale Tesei - vero e proprio giocoliere della mente - si prodigherà con tecniche di comunicazione subliminale e di illusionismo psicologico, così da poter attingere, coinvolgendo gli spettatori in sala, dalle «risorse magiche dell’inconscio».

Francesco, secondo lo psichiatra e psicoterapeuta Milton Erickson, la mente ha potenzialità straordinarie che, a quanto pare, noi non sfruttiamo completamente… A che si riferisce, in particolare?

«Credo si sia riferito a quanto, in sostanza, ha detto anche Paul Wazlawick: «È impossibile non comunicare». Noi, in pratica, comunichiamo molto di più di quanto pensiamo di fare. Questo perché siamo portati a credere che la comunicazione, fondamentalmente, sia soltanto ciò che diciamo. In realtà, non è così: la comunicazione è fatta anche di linguaggio non verbale e di linguaggio paraverbale. Quindi, ad esempio, non rispondere a una certa domanda oppure anche assumere una determinata postura sono fattori che a una persona abituata a decodificare questi segnali comunicano molte cose...».

Il ruolo del pubblico, durante il tuo spettacolo, è importantissimo. Come saranno coinvolti gli spettatori?

«Legandomi al discorso di prima, una parte di “Mind Juggler”, ad esempio, va a giocare proprio con la comunicazione non verbale e, nello specifico, mi permetterà di scoprire chi, di coloro che parteciperanno a uno dei tanti esperimenti, sta dicendo una bugia e chi, invece, sta dicendo la verità…».

Ed è così che vai ad attingere dalle “risorse magiche dell’inconscio”...

«Già, perché il nostro inconscio sa molte più cose di quelle che noi facciamo emergere nella parte razionale della mente...».

Mi sembra di capire che, seppur inconsciamente, alla fine, sfruttiamo tutto quanto, però...

«Diciamo che tutto quanto ha un effetto sulle nostre scelte. Dopodiché, c’è chi può gestire quelle risorse e sfruttarle a suo vantaggio, ma c’è anche chi, inconsapevolmente, al contrario, prende delle decisioni o assume dei comportamenti lasciandosi guidare da determinati impulsi. Per concludere, prendere coscienza di questa cosa vuol dire guardarsi dentro, mettersi allo specchio e capire esattamente quali potrebbero essere i conflitti che noi abbiamo al nostro interno per cercare di risolverli».

Vuoi anticipare altro dello show?

«“Mind Juggler” è uno spettacolo che vuole presentare la figura del mentalista e affronta, di sequenza in sequenze, varie abilità e varie caratteristiche. Molto in sintesi, per non rivelare troppo, giocherò con l’idea di condizionare o prevedere le scelte delle persone...».

Un’ultima domanda: riesci mai a spegnere la tua mente?

«Diciamo che ci provo, ma una porticina resta sempre aperta...».

 

Prevendita: biglietteria.ch

 

Potrebbe interessarti anche
Tags
inconscio
risorse
risorse magiche
comunicazione
spettacolo
mind
mente
mind juggler
juggler
tesei
TOP NEWS People
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report