Facebook
ITALIA
17.12.17 - 10:110

Nadia Toffa, un black-out di 5 ore e la solidarietà dei politici

Questa sera a "Le Iene" la conduttrice racconterà i dettagli della brutta avventura di due settimane fa

MILANO - Andrà in onda questa sera su "Le Iene" l'intervista a Nadia Toffa, la conduttrice del programma di Italia 1 colpita un paio di settimane fa da un malore che aveva fatto temere per la sua vita.

Per la prima volta Toffa entrerà nei dettagli della brutta avventura che ha vissuto, ma la stampa italiana riporta alcune anticipazioni. «In ospedale, mi hanno ribaltato come un calzino. Stare in ospedale ti riporta un po’ al succo delle cose. Non è la prima volta che vado all’ospedale perché ascolto poco i segnali del mio fisico. Ogni volta che ti ricoverano però ti riportano proprio all’essenza delle cose, rivaluti anche la fisicità, le cose basilari».

«L’ultima frase che mi ricordo era quella della ragazza della reception che mi ha detto: “Vuoi che ti dia una mano con le valigie, ché è arrivato il taxi?”. Poi sono caduta di faccia, ho ancora un livido ma sta migliorando» ricorda Toffa, spiegando che già mentre era al telefono con l'ideatore de "Le Iene" Davide Parenti aveva capito che c'era qualcosa che non andava. C'è un momento di vuoto, un black-out di 5 ore. «Io non ricordo il malore, ma mi ricordo l’ambulanza. Nella mia vita non l’avevo mai presa. All’inizio ho pensato fosse successo un incidente perché sentivo un’ambulanza, ma dopo un po’ mi sono resa conto che forse sentivo la sirena un po’ troppo vicina. Quindi ho realizzato e mi sono detta: “Vuoi vedere che è la mia ambulanza?”. Ho ripreso conoscenza in ambulanza».

La 38enne ha aggiunto che le sono arrivati svariati messaggi di solidarietà, anche «da parte di politici con cui ho un rapporto “conflittuale”».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS People
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report