Keystone
SVIZZERA
29.01.21 - 17:500

«Siamo riusciti a rafforzare la visibilità del cinema svizzero anche durante la pandemia»

Le Giornate cinematografiche di Soletta sono state un successo: si sono collegati almeno 125mila spettatori

SOLETTA - La prima edizione online delle Giornate cinematografiche di Soletta, conclusasi oggi a mezzogiorno, è stata un vero e proprio successo: secondo gli organizzatori almeno 125'000 spettatori hanno seguito la programmazione della 56esima edizione del Festival.

In questa cifra sono comprese anche le oltre 95'000 persone che hanno visto il film di apertura della kermesse - la pellicola "Atlas" del regista ticinese Niccolò Castelli trasmessa dai tre canali della SSR SRG - a cui si aggiungono altri 30'000 "biglietti virtuali" a pagamento prenotati sulla piattaforma cinematografica del festival.

Il totale non tiene invece conto degli ingressi, sempre virtuali, alle proiezioni per le scuole, ai laboratori, alle discussioni riguardanti le pellicole e alle cerimonie di premiazione. Stando alla nota pubblicata dagli organizzatori, queste cifre verranno conteggiate nei prossimi giorni. Malgrado ciò si può già fin d'ora sostenere che la portata di questa edizione "pandemica" è stata di gran lunga superiore a quella del 2020, quando si erano registrate circa 66.000 presenze.

«Siamo riusciti nell'intento di rafforzare la visibilità del cinema svizzero anche durante la pandemia», ha sottolineato la direttrice della manifestazione Anita Hugi, citata nel comunicato stampa. Inoltre il sito web delle Giornate cinematografiche di Soletta - che ha costituito il cuore digitale del festival - è stato visitato più di 90'000 volte dal 20 gennaio, data di inizio della kermesse, con complessivamente oltre 850'000 pagine aperte.

Per la prima volta nella storia di questo festival è stato un film prodotto nella Svizzera italiana ad avere il privilegio di aprire la manifestazione: si tratta di "Atlas" del regista e sceneggiatore nato a Lugano nel 1982 Niccolò Castelli. La rassegna ha anche reso omaggio al regista e produttore ticinese Villi Hermann ("San Gottardo", "Bankomatt"), che presto avrà 80 anni. Nato a Lucerna nel 1941, figlio di padre svizzero-tedesco e di madre ticinese, ha sempre creato opere che si occupano della realtà che lo circonda.

Il premio principale del festival, dotato di 60'000 franchi, è stato assegnato per la tredicesima volta il 26 gennaio a "Mare", pellicola di Andrea Staka che parla del mondo emotivo di una donna, divisa tra la sua famiglia e la sua libertà. Il film è uno dei candidati ai Premi del cinema svizzero "Quartz". Questi riconoscimenti attribuiti dall'Accademia svizzera del cinema saranno assegnati il 26 marzo nel corso di una cerimonia a Ginevra.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS People
STATI UNITI
2 ore
Alla fine DaBaby ha chiesto scusa
Il rapper è stato escluso da vari festival e criticato duramente da Madonna ed Elton John
FOTO
CANTONE
8 ore
Una passeggiata (in schizzi e parole) lungo i sentieri del Ticino
"Tessiner Horizonte - Momenti ticinesi" è il lavoro a quattro mani di Fabio Andina e Lorenzo Custer
REGNO UNITO
17 ore
«Ho capito solo mesi fa che "f*****" è un insulto contro i gay da non utilizzare»
A far riflettere Matt Damon sul suo uso quantomeno disinvolto della parola è stata una delle figlie.
STATI UNITI
19 ore
Il «miglior video musicale di sempre» è di Beyoncé
Si tratta del videoclip di "Formation", secondo il magazine Rolling Stone
FINLANDIA
21 ore
Anche i "mostri" si vaccinano
Mr. Lordi ha preso parte alla giornata di porte aperte al centro vaccinale di Rovaniemi
ITALIA
23 ore
Laura Chiatti: smentita in tre mosse la crisi con Marco Bocci
L’attrice ha usato Instagram per negare le voci di “maretta” col marito
ITALIA
1 gior
Gregoraci-Briatore: ritorno di fiamma a Capri? 
Si accendono i sospetti sulla coppia, sull’isola per un evento di beneficenza
LOCARNO
1 gior
Un nuovo professore per il Locarno Film Festival
Lo statunitense Kevin B. Lee ha battuto la concorrenza di quasi 150 candidati
STREAMING
1 gior
Pioggia e grandine ad agosto? Ci pensano Netflix & co.
Le uscite più interessanti in arrivo questo mese sulle principali piattaforme di streaming video
ITALIA
1 gior
Gaetano Curreri è «in lento e graduale miglioramento»
Migliorano le condizioni del cantautore dopo l'infarto di venerdì sera
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile