Keystone
Andrea Staka
SVIZZERA
26.01.21 - 19:420
Aggiornamento : 20:44

Prix de Soleure 2021 ad Andrea Staka

Il suo "Mare" «assomiglia a un documentario o alla realtà stessa», che supera per raggiungere una «verità esistenziale».

SOLETTA - Il Prix de Soleure 2021, il principale riconoscimento delle 56esime Giornate cinematografiche di Soletta, è stato attribuito a "Mare". Il film di Andrea Staka parla del mondo emotivo di una donna, divisa tra la sua famiglia e la sua libertà. È uno dei candidati al Premio del cinema svizzero.

La pellicola della regista lucernese «assomiglia a un documentario o alla realtà stessa», che tuttavia supera per raggiungere una «verità esistenziale», ha indicato la giuria composta dalla regista teatrale Anne Bisang, dal regista Markus Imhoof e dalla scrittrice Meral Kureyshi. Andrea Staka ha ricevuto il premio, che si accompagna alla somma di 60'000 franchi, questa sera.

La prima di "Mare" risale alla Berlinale, nello scorso febbraio. La sua proiezione nei cinema svizzeri è stata interrotta dal primo semiconfinamento per il Covid-19. A Soletta, il lungometraggio ha avuto la meglio su altre tredici opere, per lo più documentari e generalmente dirette da donne.

"Mare" è stato nominato per il Premio del cinema svizzero nelle categorie "miglior film", "miglior sceneggiatura" e "miglior suono". I "Quartz" dell'Accademia svizzera del cinema saranno assegnati il 26 marzo. Nel 2006, Andrea Staka ha già vinto il Pardo d'Oro al Locarno Film Festival per "Das Fräulein" ("La signorina").

Premio del pubblico a "Beyto" - Il premio per la migliore opera prima (denominato appunto "Opera prima"), dotato di 20'000 franchi, va al film in svizzero tedesco "Von Fischen und Menschen" ("Di pesci ed esseri umani") di Stephanie Klemm. Giudicato convincente nella sua franchezza e autenticità, il film racconta la storia di una madre single che gestisce un piccolo allevamento di trote in una remota valle del Giura e la cui vita viene sconvolta da un tragico evento.

"Beyto" riceve la terza principale onorificenza solettese, il Premio del pubblico, anch'esso del valore di 20'000 franchi. Il film di Gitta Gsell segue il viaggio di un giovane di origine turca di seconda generazione, che i genitori vogliono far sposare con una ragazza del loro villaggio natale. Tuttavia, il giovane si innamora di uno svizzero e deve scegliere tra il sostegno alla sua famiglia e la propria identità.

I tre principali film premiati sono dunque opere di donne. Il sesso femminile, a 50 anni dall'introduzione del suffragio femminile a livello federale, è stato in primo piano in questa edizione delle Giornate di Soletta.

Il premio d'incoraggiamento per la prossima generazione di cineasti, dotato di 15'000 franchi, va a Lucas del Fresno per "Europa", «un'odissea malinconica e laconicamente assurda», secondo la giuria, che fa riferimento al viaggio errante di un lavoratore stagionale spagnolo con la sua mucca "Europa", inizialmente destinata al macello. Lucas del Fresno è nato nel 1993 in Spagna.

La borsa "Upcoming Lab", per lo sviluppo dell'arte cinematografica, è assegnata a Sarah Imsand per "Olympia Station" e a Thaïs Odermatt per "Bandwurm Alexis & Maria Callas". Cinque opere sono poi state nominate per il "Best Swiss Video Clip", che sarà attribuito al festival m4music il 27 marzo: "Powers", "Out of Sight", "Mugogo!", "Liebe Leben" e "Un peu de temps".

Il primo premio per il miglior film d'animazione è andato a "Signs" di Dustin Rees, che riceve 5000 franchi. Il secondo premio, di 3000 franchi, va a "Only a child" di Simone Giampaolo. Samuel Patthey e Silvain Monney vincono il terzo, di 2000 franchi, con "Ecorce".

Il festival, che si chiude domani, avrà proposto in tutto 170 pellicole, accessibili on line. Per ogni proiezione virtuale sono stati messi in vendita un migliaio di biglietti. Inoltre, il film di apertura "Atlas" è stato trasmesso mercoledì scorso sui canali della SSR RSI La 2, SRF2 (svizzero tedesco) e RTS2 (romando), assieme a un'intervista con il suo regista. Vari eventi sono pure stati organizzati online.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS People
STATI UNITI
41 min
Il dog sitter di Lady Gaga parla dopo l'aggressione: «Grazie per il sostegno, amica mia»
Ryan Fischer ha dato notizie di sé dal letto d'ospedale: «Mentre sanguinavo pensavo ai cani».
REGNO UNITO
2 ore
All'asta il quadro di Churchill appartenente alla Jolie batte i record
L'opera d'arte stata venduta da Christie's per 7 milioni di sterline
FOTO E VIDEO
CINEMA
5 ore
Quello struggente e poetico ritratto di un'America che vive su quattro ruote
“Nomadland”, con una strepitosa Frances McDormand, è l'inedito ritratto di un popolo che segue le stagioni e il lavoro
ITALIA
15 ore
Il peso, i sorrisi, il tradimento: la Hunziker si confessa ai fan
Intenso botta e risposta con i follower per Michelle
CANTONE / SVIZZERA
16 ore
Un premio per il ticinese "Strani Giorni"
Ha vinto il riconoscimento come miglior audio-documentario del Sonohr Radio & Podcast Festival
ITALIA
18 ore
Elettra, regina del twerking, bloccata dal colpo della strega
Lamborghini in imbarazzo durante un’intervista in tv
STATI UNITI
20 ore
Per Chloé Zhao c'è un posto nella storia
È la prima regista asiatica in assoluto a vincere e la prima donna dopo Barbra Streisand nel 1984
ITALIA
22 ore
Laura Pausini festeggerà il Golden Globe a Sanremo
La cantante sarà ospite della serata di mercoledì del Festival
STATI UNITI
1 gior
Sacha Baron Cohen ringrazia la guardia del corpo che l'ha salvato due volte
Il film "Borat 2" si porta a casa due premi. Ma non sono mancate le curiosità durante la cerimonia dei Golden Globe.
STATI UNITI
1 gior
«Non oso pensare come sia stato per mia madre affrontare tutto da sola»
Intervistato da Oprah, Harry si dice «sollevato» di aver potuto gestire la pressione mediatica insieme a Meghan.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile