BANG SHOWBIZ
Sabrina Ghio dopo essere stata rimbalzata in un ristorante della Sardegna perché accompagnata da sua figlia piccola, si è sfogata con un lungo post.
ITALIA
29.07.19 - 18:550

Sabrina Ghio rimbalzata al ristorante: «È una vergogna»

L'ex protagonista di "Uomini e Donne" dice che un ristorante sardo non l'ha accettata perché aveva la figlia piccola con lei

ROMA - Sabrina Ghio si è lasciata andare a un lungo sfogo social dopo essere stata "rimbalzata" all'ingresso di un ristorante perché accompagnata da sua figlia. L'ex protagonista di "Uomini e Donne", che si trova in vacanza in Sardegna insieme a Penelope, 6 anni, nata dal matrimonio con l'ex marito Federico Manzolli, e al compagno Carlo Negri, ha dovuto abbandonare il locale perché il proprietario ha vietato l'ingresso ai bambini nella sua struttura.

«È una vergogna che in un ristorante non accettino i bambini. La Sardegna si lamenta per il poco turismo, e tu mandi indietro una famiglia? La ragazza ha detto: 'Il proprietario del Tanit non vuole bambini'», ha fatto sapere la 33enne tramite un video pubblicato nelle sue Instagram Stories.

«Questo uomo non si merita di avere più persone a cena. Non andate in quel posto, questo signore non se li merita i vostri soldi. E la Sardegna si lamenta che c'è poco turismo? Ma voi vi meritate niente. Meglio andare a Ibiza o Mykonos. Questo uomo si merita un vaf*****o», ha continuato.

Dopo lo sfogo Sabrina ha voluto ringraziare tutti coloro che le hanno mandato messaggi di sostegno. «Volevo ringraziarvi per tutti i messaggi che mi state mandando. Molti di voi la pensano come me ovvero che sia assurdo non fare entrare in un ristorante un bambino. Non è stato assolutamente carino sentirsi dire: 'I bambini non possono entrare. Sua figlia non può venire'. Il proprietario del posto non vuole bambini e penso che sia una politica sbagliata. Ma c'è da dire che la Sardegna non è questa ma è ben altro. Il Tanit è un caso a parte. Io vengo qui quasi ogni anno e mi sono sempre trovata benissimo», ha detto. «È vergognoso essere rimbalzati soltanto perché si hanno dei figli, eravamo a Poltu Quatu e siamo andati via che ero molto arrabbiata ma vi assicuro che non è tutto così», ha concluso la Ghio.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS People
STATI UNITI
1 ora
Halsey: «Sono stata coperta dal sangue degli innocenti»
La musicista ha testimoniato in prima persona la violenza degli scontri tra polizia e manifestanti
STATI UNITI
3 ore
L'appello di Kendall Jenner ai suoi 130 milioni di follower
La top model invita tutti a istruirsi, così da comprendere e aiutare la comunità afroamericana
CANTONE
4 ore
Un concorso letterario per lanciare Altroquando
È una nuova associazione culturale ticinese, che si dedica alla promozione del genere fantastico
CANTONE
8 ore
Le imperdibili novità di giugno su Netflix, Prime e Disney+
È il mese delle stagioni conclusive di "Tredici" e "Dark", ma occhio anche a "El Presidente"
ITALIA
16 ore
Melissa Satta conferma: «Voglio un altro figlio»
L’annuncio durante una diretta Instagram con i fan
ITALIA
18 ore
Mara Venier si frattura un piede prima di andare in tv
Ma la conduttrice non ha rinunciato a presentare “Domenica In”
REGNO UNITO
20 ore
La regina Elisabetta ricompare per la prima volta dallo scoppio della pandemia
La sovrana è stata fotografata mentre cavalca nei giardini di Windsor. Non la si vedeva da quasi tre mesi.
STATI UNITI
22 ore
«Ne abbiamo avuto abbastanza»: il caso Floyd e la condanna delle star
Da Michael Jordan a Jay-Z, sono in molti a far sentire la propria voce in queste ore
AUSTRALIA
1 gior
Niente sesso sul set: c'è la pandemia
Le case di produzione australiane dovranno dotarsi di un "sorvegliante dell'intimità".
STATI UNITI
1 gior
200mila dollari da Lively e Reynolds alla NAACP
Le due star hanno deciso di sostenere una delle più antiche e influenti organizzazioni per la difesa dei diritti civili
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile