ITALIA
01.09.18 - 20:140

«Grande Fratello Vip? Non ci vado, non sono famoso»

Giorgio Manetti, volto noto della trasmissione "Uomini e Donne", non sarà fra gli inquilini della casa

ROMA - Giorgio Manetti, uno dei volti più noti degli ultimi anni della trasmissione 'Uomini e Donne', non parteciperà alla prossima edizione del 'Grande Fratello Vip'.

Non è chiaro se la produzione del reality abbia proposto o meno a Giorgio di prendere parte allo show, quel che è certo è che lui non accetterebbe in ogni caso. Il motivo? Non si sente un 'vip'.

Quando durante un'intervista rilasciata al settimanale 'Spy' gli è stato chiesto se varcherà la porta rossa della Casa di Cinecittà, Manetti ha risposto al giornalista: «Ma mi ci vede lei al GF VIP? (ride, ndr) Io non sono né vip, né famoso: sono Giorgio Manetti, come sono sempre stato, e basta. Sono piuttosto bilanciato su questo: la popolarità non mi ha mai dato alla testa, né mi ha cambiato».

«La televisione mi ha offerto una grande vetrina e per questo sono grato a Maria (De Filippi, ndr) perché ne è stata l'artefice, ma non faccio il personaggio. Se i vip sono a Formentera, io vado da un'altra parte», ha poi aggiunto.

Giorgio non sarà neanche nella nuova stagione del programma del pomeriggio di Canale5, ma ha altri progetti pronti a partire.

«Lunedì 17 settembre presenterò una mia nuova attività, che si chiamerà Giorgio Manetti Lifestyle, attraverso una conferenza stampa nella mia Firenze. Non posso anticipare alcun dettaglio, perché voglio che sia una sorpresa, posso solo dire che si tratterà di un'iniziativa a livello internazionale. In qualche modo porterò il pubblico in giro per il mondo, in location di un certo livello, con una modalità inedita. Nessuno se lo aspetta, fidatevi. Non c'è la tv dietro a questo nuovo progetto, ma potrebbe ingolosire qualche produzione: mi piacerebbe costruirci attorno un format», ha concluso. 

TOP NEWS People
FOTO E VIDEO
CANTONE
30 min
“L'ufficiale e la spia” è impeccabile, a differenza di Polanski
L'ultima pellicola del regista, che racconta l'affaire Dreyfus con maestria, è un'opera che non merita davvero di essere così controversa
VIDEO
LUGANO
5 ore
Christian De Sica: «Roma oggi è come Bagdad dopo le bombe»
Charlie Chaplin lo trovò alquanto strano. Il suo antidepressivo si chiama Frank Sinatra. Queste e altro in un’intervista all’attore romano che il 27 novembre sarà al Palazzo dei Congressi
STATI UNITI
17 ore
Jennifer Aniston fa il pieno: 20 milioni di follower per lei
L’attrice ha festeggiato il traguardo su Instagram postando un ironico video in cui piange dalla commozione
STATI UNITI
19 ore
Taylor Swift l'ha spuntata: potrà cantare le sue vecchie canzoni 
La cantante si esibirà in un medley ai prossimi American Music Awards. Continua il confronto con l'etichetta discografica Big Machine
STATI UNITI
21 ore
James Van Der Beek e la moglie hanno perso un bambino
La moglie Kimberly ha avuto un aborto spontaneo al quarto mese di gravidanza
STATI UNITI
23 ore
Tra Miley Cyrus e Cody Simpson sarebbe già finita
La cantante avrebbe deciso di «concentrarsi su se stessa»
STATI UNITI
1 gior
Kanye al lavoro con Dr. Dre per il seguito di “Jesus Is King”
I due si mostrano in studio insieme e annunciano che il disco uscirà a breve
GERMANIA
1 gior
Il ciclone Lizzo si svela: «Credo nel karma, cerco il nirvana»
La cantante-sensazione di quest'anno ci ha voluto parlare di com'è stato diventare così famosa di botto
FOTO
REGNO UNITO
1 gior
Sono loro i veri grandi influencer per il 2019
Stando al portale del fashion Lyst sono questi cinque che hanno fatto davvero "girare" la moda, li riconoscete?
REGNO UNITO
1 gior
Harry: «C’è sempre bisogno di una Greta che apra la strada»
Il duca di Sussex ha incoraggiato i giovani a lottare per ciò in cui credono durante gli OnSide Youth Zone Awards
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile