Bang ShowBiz
ITALIA
10.04.18 - 06:000

Dario Argento: «Mia figlia Asia è un'attrice scomoda»

Il regista la difende dalle accuse piovute su di lei dopo l'esplosione del caso Weinstein

ROMA - Dario Argento ha detto che la figlia Asia è un'attrice scomoda e per questo motivo non è stata invitata a partecipare all'ultima edizione dei 'David di Donatello'.

Il regista, noto a livello internazionale, lo ha spiegato nella trasmissione radiofonica 'Circo Massimo'. «Asia Argento è stata tenuta fuori dai David di Donatello perché erano impauriti dalla sua vivacità. È un'attrice scomoda», ha detto.

Poi Dario ha difeso Asia per quel che riguarda il caso Weinstein. A chi critica l'interprete italiana per aver denunciato gli abusi del produttore solo a distanza di decenni, lui dice: «Le denunce sono arrivate anni dopo perché all'epoca faceva paura denunciare: i protagonisti delle molestie erano persone molto potenti, intimidivano e terrorizzavano le attrici».

Argento se la prende quindi con i critici della figlia: «È successo solo in Italia, in America nessuno si è permesso di scagliarsi contro le attrici che hanno subito le molestie».

Quando scoppiò lo scandalo, il regista andò in tv, a 'Domenica In', a spiegare che la figlia aveva paura di uscire da casa per timore di ritorsioni.

«Asia non esce più di casa per paura di agenti israeliani perché questa è gente che spara, è gente che minaccia, sono persone pericolosissime. Asia teme per la propria vita e teme per quella dei suoi figli, teme i ricatti», aveva detto. «Sono degli agenti segreti, sono del Mossad che poi è uno dei più crudeli servizi segreti del mondo. Ha paura e ha ragione anche ad averla», aveva poi concluso.

TOP NEWS People
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile