STATI UNITI
20.10.14 - 13:530
Aggiornamento : 10.01.18 - 10:20

Richard Gere come non lo avete mai visto: clochard a New York

L’attore racconta la sua ultima avventura cinematografica tra i senza tetto della Grande Mela

NEW YORK- Smessi i panni del sex symbol di «American Gigolo» e «Pretty Woman», Richard Gere si è calato nei panni di un clochard in «Oltre le regole» di Oren Moverman, un film a basso budget di cui è anche produttore. Per le tre settimane delle riprese l’attore si è fatto seguire dalle telecamere nelle vesti di un senza tetto e con il bicchiere per l’elemosina a New York, senza che nessuno si accorgesse della sua vera identità dietro quegli abiti malandati.

«Se vuoi convincere uno studio a realizzare un film devi parlare di thriller o commedie romantiche, o un mix dei due generi – ha spiegato l’attore a Repubblica -. I film drammatici, che un tempo erano il pane degli studios, oggi si fanno con budget bassi e produttori indipendenti. Questo credo sia il futuro dei film seri, film che non fanno guadagnare ma che si realizzano per passione».

Nella pellicola Richard è un uomo che vede disfarsi la sua vita, mentre lo spettatore scopre lentamente che cosa lo ha portato a vivere per le strade. «Io di ricerca sull'argomento dei senza tetto ne ho fatta tanta - spiega - ho visitato i centri di assistenza, ho approfondito la realtà di quei 60mila (di cui 20mila bambini) che nella città di New York sono senza fissa dimora».

«Ma la vera esperienza per me è stata quella del girare il film – conclude -. Per 21 giorni con il regista siamo stati per strada alla ricerca di un film che avesse un'impronta invisibile, utilizzando da lontano teleobiettivi nascosti che la gente per strada non avrebbe notato. Abbiamo girato al Greenwich Village, un quartiere culturale dove c'è tanta gente appassionata di cinema ma nessuno mi ha notato, nessuno mi ha riconosciuto. È stata un'esperienza incredibile, sono entrato completamente nel ruolo degli invisibili che non ci interessano, con i quali non vogliamo avere nessun contatto».

© Cover Media

 

TOP NEWS People
VIDEO
STATI UNITI
13 min
L'inno delle proteste? Lo canta un 12enne
Il brano cantato da Keedron Bryant ha ricevuto elogi da Barack Obama, LeBron James e molte altre star
STATI UNITI
2 ore
Halsey: «Sono stata coperta dal sangue degli innocenti»
La musicista ha testimoniato in prima persona la violenza degli scontri tra polizia e manifestanti
STATI UNITI
4 ore
L'appello di Kendall Jenner ai suoi 130 milioni di follower
La top model invita tutti a istruirsi, così da comprendere e aiutare la comunità afroamericana
CANTONE
5 ore
Un concorso letterario per lanciare Altroquando
È una nuova associazione culturale ticinese, che si dedica alla promozione del genere fantastico
CANTONE
8 ore
Le imperdibili novità di giugno su Netflix, Prime e Disney+
È il mese delle stagioni conclusive di "Tredici" e "Dark", ma occhio anche a "El Presidente"
ITALIA
17 ore
Melissa Satta conferma: «Voglio un altro figlio»
L’annuncio durante una diretta Instagram con i fan
ITALIA
19 ore
Mara Venier si frattura un piede prima di andare in tv
Ma la conduttrice non ha rinunciato a presentare “Domenica In”
REGNO UNITO
21 ore
La regina Elisabetta ricompare per la prima volta dallo scoppio della pandemia
La sovrana è stata fotografata mentre cavalca nei giardini di Windsor. Non la si vedeva da quasi tre mesi.
STATI UNITI
23 ore
«Ne abbiamo avuto abbastanza»: il caso Floyd e la condanna delle star
Da Michael Jordan a Jay-Z, sono in molti a far sentire la propria voce in queste ore
AUSTRALIA
1 gior
Niente sesso sul set: c'è la pandemia
Le case di produzione australiane dovranno dotarsi di un "sorvegliante dell'intimità".
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile