Immobili
Veicoli
Luca Brunoni/ Capelli Editore
LUGANO
23.06.21 - 06:300

Un viaggio nell' “Amsterdam svizzera” dei primi anni 2000

Ecco "Indelebile", il nuovo romanzo dello scrittore Luca Brunoni.

LUGANO - Un viaggio nell'"Amsterdam svizzera" dei primi anni 2000. È quanto propone lo scrittore luganese Luca Brunoni con "Indelebile" (Capelli Editore), il suo terzo romanzo. 

Partiamo da questa copertina rossa e da questo strappo attraverso il quale si vede lo sguardo di un ragazzo.
«Indelebile combina una trama dalle tonalità noir con un lato più intimo e introspettivo. L'immagine li incorpora entrambi: ha qualcosa di misterioso e allo stesso tempo è come se il giovane guardasse il mondo da dietro una barriera che lo tiene intrappolato».

Il protagonista convive con un segreto. 
«Gionata ha ventiquattro anni e vive tra turni in fabbrica e piccoli traffici illegali, in una sorta di limbo. Siamo nella Lugano dei primi anni 2000, quelli in cui la città si era guadagnata il soprannome di "Amsterdam svizzera". L'equilibrio si spezza quando il passato torna a bussare, attraverso una ragazza persa di vista da anni. Allo stesso tempo gli affari prendono una brutta piega, e Gionata si trova trascinato in un vortice pericoloso».

Il libro trasmette il senso dell'irreversibilità di determinate azioni. 
«Nel periodo tra la gioventù e l'età adulta si commettono tante sciocchezze, ma nella maggior parte dei casi non succede nulla di grave. Indelebile racconta di una situazione in cui le cose sono andate per il verso sbagliato, e della coda di conseguenze che il protagonista si trascina: una ricerca di redenzione che si scontra con la realtà».

A proposito di realtà, la Lugano di quel periodo è raccontata in modo molto vivido. Siamo di fronte a un romanzo di fantasia o ispirato a una storia vera?
«È un romanzo di fantasia nutrito da tante storie vere, in particolare per ciò che concerne la parte più introspettiva. Per l'ambientazione mi sono basato sull'esperienza diretta. Sono nato e cresciuto a Lugano, e il romanzo è anche una lettera d'amore alla mia città e alla mia generazione».

I riferimenti al periodo infatti sono tanti: dalla chiusura dei canapai ai Nokia, agli skateboard, ai modi di vestire...
«Ho cercato di utilizzare un immaginario e una voce legati alla mia generazione per parlare anche alle altre, più giovani o più vecchie. Ho anche provato a fotografare una Lugano che in parte è già scomparsa: molti luoghi sono cambiati, sono quasi irriconoscibili. Ogni dettaglio però non è fine a sé stesso, ha un ruolo nella storia, che rimane sempre in primo piano».

L'uscita del libro è stata accompagnata da un interessante book trailer. Come è nata l'idea?
«Il romanzo ha un taglio cinematografico, e mi piaceva l'idea di presentarlo come un film. Non è semplice racchiudere un libro in trenta secondi ma le immagini aiutano. L'importante è realizzare uno storyboard, immaginare già il ritmo del montaggio prima di passare alle riprese. Mi sono divertito a realizzarlo e spero che invogli alla lettura».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS People
STATI UNITI
3 ore
«Non c'è nessun nuovo sex tape di Kim Kardashian»
Nel video consegnatole da Kanye West ci sono sì dei filmati, ma nulla di sessualmente esplicito
ITALIA
6 ore
Andrea Delogu e l’addio a Francesco Montanari: «Era finito l’amore»
A distanza di un anno la presentatrice ha parlato della fine del suo matrimonio 
ITALIA
8 ore
Tomaso Trussardi fotografato con un’altra donna dopo l’addio alla Hunziker 
Nel mirino del gossip il week-end dell’imprenditore sulla neve 
ITALIA
13 ore
Sfera Ebbasta presto papà, in arrivo un maschietto
L’artista ha svelato il sesso del bebè che aspetta insieme ad Angelina Fiol Lacour
STATI UNITI
16 ore
Il lato oscuro di Playboy: «Stare in quella villa mi ha segnata a vita»
Non solo lustrini, bikini e jet-set nella Mansion di Hugh Hefner. Una docuserie prova a raccontarne storie (e abusi)
ITALIA
1 gior
La “cinquina” di Gigi D’Alessio: è nato Francesco
Il cantante ha festeggiato con la compagna Denise Esposito la nascita del suo quinto figlio
STATI UNITI
1 gior
Anche Elton John ha il Covid
Il cantante ha dovuto rinviare due concerti previsti a Dallas
STATI UNITI
1 gior
Non Covid, ma problemi di produzione degli show...
Sarebbe questa la ragione reale della decisione presa da Adele, secondo Tmz che cita fonti del Caesars Palace
VIDEO
FRANCIA
1 gior
Charlotte Casiraghi apre la sfilata di Chanel... a cavallo
La figlia di Carolina di Monaco ha reso omaggio a una disciplina cara alla fondatrice della maison
SVIZZERA
1 gior
Latifa Echakhch allestirà il padiglione svizzero alla Biennale di Venezia
Il progetto s'intitola "The Concert" ed è stato concepito e realizzato insieme ad Alexandre Babel e a Francesco Stocchi
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile