ALAN ALPENFELT / WILLIAM ENGLAND
Grindelwald immortalata nella mostra "Binaural views of Switzerland".
MENDRISIO
14.11.19 - 11:000
Aggiornamento : 15:00

La Svizzera di ieri, così diversa e così uguale a quella di oggi

I paesaggi di 150 anni fa confrontati con quelli odierni nella mostra "Binaural views of Switzerland" dell'artista Alan Alpenfelt, che debutta oggi a Palazzo Canavée

di Redazione
Fabio Caironi

MENDRISIO - Questa sera alle 19 la mostra "Binaural views of Switzerland" debutta presso l'Accademia di Architettura, Palazzo Canavée di Mendrisio.

Si tratta di una installazione audiovisiva che riporta attraverso un Kaiserpanorama i cambiamenti causati dall’essere umano negli ultimi 160 anni nei paesaggi elvetici, confrontando i suoni e i panorami dei luoghi più caratteristici della Svizzera, con le splendide stampe stereoscopiche degli stessi paesaggi scattate dal fotografo pioniere britannico William England durante il suo Gran Tour nel 1863 e 1865. 

Alan Alpenfelt, l'autore dell'esposizione, durante un viaggio di due mesi tra luglio e agosto - utilizzando in massima parte i mezzi pubblici - ha ripercorso il viaggio di England, ritrovando 30 dei luoghi documentati da lui, selezionandoli secondo un parametro equo tra montagne, città, valli, laghi e simboli culturali della Svizzera. «Identificato la posizione esatta da cui William scattò le stereoscopie, ho registrato le caratteristiche dei corrispettivi paesaggi come si presentano oggi: quelli sonori utilizzando un microfono binaurale (che permette di riprodurre la realtà sonora a 360°) e quelli visivi attraverso la fotografia a 360°». È stato difficile trovare i luoghi esatti? «England catalogò le oltre 1000 fotografie e tutti i luoghi dove scattava ma è stato ugualmente un po' un lavoro da detective. Fortunatamente ci sono Google Maps e Google Street View che mi hanno aiutato molto. Anche questo è un parallelismo con le immagini di quell'epoca: i turisti del 19esimo secolo prima guardavano le foto stereoscopiche della Svizzera, si facevano venire una voglia pazzesca di andarci e poi partivano. Lo stesso succede oggi, e io ho fatto esattamente così». Alpenfelt ci spiega che i luoghi scelti da England sono da un lato molto iconici, ma dall'altro assolutamente raggiungibili per qualsiasi viaggiatore. Il che li rendeva un perfetto strumento di promozione turistica.

Lo spunto - Da dove nasce questa mostra? «Da un'altra esposizione, sulla storia della fotografia, che ho visitato nel 2015 a Edimburgo» ci spiega Alpenfelt. «C'era una piccola bacheca con una decina di fotografie stereoscopiche del 1863, e riconobbi delle vedute svizzere, spoglie ma ben riconoscibili. Scoprii che questo England aveva un occhio pazzesco e aveva compreso il potenziale non tanto artistico, ma commerciale della fotografia. È l'anno della prima guida di viaggio di Thomas Cook in Svizzera e probabilmente England si aggregò alla sua comitiva. Scelse le vedute più significative, stampò le fotografie stereoscopiche direttamente sul posto e riportò le cartoline in Inghilterra. Dava così la possibilità d'immergersi in luoghi esotici e selvaggi e ha contribuito a gettare le basi di tutta l'estetica utilizzata dal marketing per promuovere la Svizzera».

Il lavoro viene presentato attraverso un Kaiserpanorama: un visore pubblico in legno - costruito dagli artigiani ticinesi Franco Mondia e Antonio Lo Menzo - che presenta le fotografie stereoscopiche collegate a delle cuffie. Tramite un mixer il visitatore può immergersi nei paesaggi sonori dei giorni nostri oppure passare a quelli della metà del 19° secolo, immaginati e ricreati da Alpenfelt con il maggior grado possibile di verosimiglianza. In un cassetto ci sono dei “Cardboard viewers” che mostrano come queste località si presentano nel 2019 a 360°.

«La mostra» spiega l'autore «vuole dare la possibilità al pubblico di osservare i cambiamenti in atto causati dal turismo di massa, dai trasporti moderni, dai cambiamenti climatici e dallo sviluppo industriale avvalendosi in particolare dell’ausilio dell’ascolto, che ci porta a scoprire un tessuto della realtà in cui siamo immersi ma a cui facciamo meno caso e che ci avvolge in ogni angolo della vita». Qualcosa che si nota prepotentemente dal confronto tra passato e presente è, nelle foto alpine, la drammatica riduzione dei ghiacciai dovuta al cambiamento climatico. «È una cosa molto impressionante» conclude Alpenfelt.

La mostra è visitabile tutti i giorni tranne il lunedì dalle 10 alle 20.30, fino al 5 dicembre.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS People
FOTO
STATI UNITI
15 ore
Jessica Simpson festeggia i 40 anni... mettendo jeans di 14 anni fa
L'attrice ha deciso di dare «un'altra possibilità» al capo d'abbigliamento, che giaceva in un cassetto
ITALIA
1 gior
Boldi lascia la fidanzata 40enne: «Continuare sarebbe egoista»
L’attore ha annunciato la rottura della relazione con Irene Fornaciari
ITALIA
1 gior
Un nuovo partner per Anna Tatangelo?
La cantante avrebbe una stria con uno dei suoi musicisti
STATI UNITI
1 gior
Il Covid-19 ha quasi messo sul lastrico Robert De Niro
Parola dello stesso attore, in tribunale per gli alimenti dell'ex-moglie, e sepolto da milioni in debiti
VIDEO
STATI UNITI
1 gior
In un video gli ultimi istanti di Naya Rivera
Le autorità hanno perso le speranze di trovare l'attrice viva.
STATI UNITI
1 gior
Sacha Baron Cohen ha preso in giro Rudy Giuliani
L'ex sindaco di New York e avvocato di Donald Trump, per tutta risposta, ha chiamato la polizia
FOTO E VIDEO
STATI UNITI
1 gior
«Se il corpo è intrappolato in qualcosa sotto l'acqua, potremmo non trovarlo mai più»
In un video è immortalato il momento della partenza di Naya Rivera e del figlio a bordo della barca
STATI UNITI
1 gior
La confessione della figlia di Michael Jackson: «Ho tentato il suicidio molte volte»
La morte del padre, ammette, le ha rovinato l'esistenza
ITALIA
1 gior
Flirt Marcuzzi-De Martino, ora parla (anzi posta) Belen
L’argentina rompe il silenzio e interviene sul presunto tradimento del marito
STATI UNITI
2 gior
Naya Rivera è «presunta morta»
Lo riferiscono le autorità impegnate nelle ricerche dell'attrice, scomparsa nel lago Piru in California
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile