MOMÒHILL FILM FAIR
Dal 13 al 16 novembre si tiene il Momòhill Film Fair.
CHIASSO
12.11.19 - 19:000

Il Momòhill Film Fair è pronto al debutto

Parte domani il nuovo festival cinematografico ticinese, che ha richiamato a Chiasso 35 produzioni provenienti da tutto il mondo

CHIASSO - Da domani fino a sabato il mondo del cinema ticinese si arricchisce di una nuova realtà: la Sala Cine Excelsior ospiterà la prima edizione del Momòhill Film Fair (Switzerland).

Il festival cinematografico indipendente vede Markus Otz alla presidenza e Marco Capodieci nella veste di direttore artistico. Ci ha spiegato Otz: «L’idea nasce dall’esperienza e dalle emozioni vissute nei vari festival cinematografici europei e statunitensi ai quali abbiamo potuto partecipare con il cortometraggio “Alone” nel 2018 (4 premi e 21 nomination) e ora nel 2019 con “La leggenda dello stambecco bianco”, attualmente vincitore di 3 premi, di 9 nomination e in lizza a fine mese anche all'East Europe International Film Festival di Varsavia. La volontà espressa nel 2015 di proporre produzioni cinematografiche realizzate partendo da Chiasso è sfociata in questo viaggio oltre ogni confine e difficilmente ipotizzabile a priori. Tutto questo, però, ci ha portato a voler condividere questa sensazione ben oltre la sola realizzazione di una singola produzione».

Cosa distingue il Momòhill Film Fair da altre kermesse simili? Ancora il suo presidente: «Di base parliamo di un festival indipendente che pone la sua peculiarità nella scelta di produzioni con storie importanti, realizzate con particolare attenzione al linguaggio cinematografico e non necessariamente prodotte con i mezzi più sofisticati. Utilizzare le regole del cinema e saperle stravolgere per volontà o sperimentazione è un esercizio assai complesso; è facile sovraccaricare un’immagine o disorientare lo spettatore».

A tal proposito, venerdì 15 novembre dalle 18 alle 20 sarà proposto un workshop dedicato a “Le regole del cinema e come contraddirle per volontà o sperimentazione”, dove
si approfondiranno le regole del cinema nel loro uso (o non uso). A Chiasso arriveranno 35 produzioni provenienti da tutto il mondo: dal Ghana come dagli Stati Uniti, dalla Francia come dall'Iran, dalla Turchia come dal Canada, senza dimenticare prodotti realizzati in Italia e in Svizzera.

I prezzi d’entrata per la prima edizione sono stati fissati a un prezzo culturale-politico per permettere a tutti di esserne partecipi senza sminuire l’evento: parliamo di un “pass” per l’intero
evento a 20 franchi o euro per gli adulti e 10 franchi o euro per i giovani fino a 18 anni. Il “pass” sarà acquistabile all’entrata o prenotabile allo 079 772 31 22.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS People
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile