Immobili
Veicoli
STATI UNITI
07.07.17 - 21:020

Urina sulla bandiera degli Stati Uniti, il web la minaccia di morte

È sempre più virale il video di una giovane ragazza che fa pipì sulla bandiera stellata per il 4 luglio. È inondata di insulti e minacce di morte.

STATI UNITI - A distanza di tre giorni dalla sua pubblicazione, il video che ha scioccato l'America é sempre più diffuso e le polemiche non si placano. 

La maggior parte degli americani celebrano la festa nazionale del 4 luglio tradizionalmente ma una giovane ragazza ha deciso di “festeggiare” in maniera del tutto alternativa. Emily Lance, originaria di Philadelphia, ha urinato sulla bandiera degli Stati Uniti. Un video postato su Facebook mostra la giovane in atto di urinare grazie ad un dispositivo che permette alle donne di fare pipì in piedi. La bandiera stellata finisce sul fondo del gabinetto.

Sul social network, Emily non ha peli sulla lingua: «M***a al vostro nazionalismo. M***a al vostro paese. M***a alla vostra p*****a di bandiera stupida». In seguito ha subito cancellato questa pubblicazione ma il suo video è rapidamente diventato virale, scioccando migliaia di utenti internet. L’Americana ha ricevuto delle minacce di morte, qualcuno ha domandato che le venisse tagliata la gola mentre qualcuno ha pubblicato un annuncio su Craigslist che propone 3000 dollari a colui che avrà la pelle di Emily.

A questo proposito la ragazza si è difesa con fermezza: «La libertà d’espressione significa che ho il diritto di fare e dire quello che voglio, anche se non vi piace, tanto che non ferisco nessuno fisicamente. E no, i vostri preziosi sentimenti non contano, è un vostro problema. Che cosa non capite?».

In un’altra pubblicazione, la giovane ragazza ha affermato che suo papà è stato importunato in seguito a questo video. Ha domandato agli utenti internet di lasciarlo in pace: «La mia famiglia non ha nulla a che vedere con le mie decisioni. Non arrabbiatevi con le persone deboli» ha aggiunto. Sui social network, Emily si presenta come un’anarchica che attinge all’ideologia complottistica. Aveva persino pubblicato delle foto per dimostrare che l’attentato dell’11 settembre è stato un «inside job».

 

TOP NEWS People
ITALIA
1 ora
Arisa piange in tv parlando di Andrea Di Carlo e Vito Coppola
La cantante s’è commossa mentre veniva intervistata sulla sua vita privata
ITALIA
6 ore
«Belen e Stefano De Martino di nuovo insieme»
La rivelazione di un paparazzo che dichiara di avere foto inequivocabili
ITALIA / SVIZZERA
9 ore
Michelle Hunziker e Tomaso Trussardi: «Ci separiamo»
La coppia, sposata dal 2014, ha avuto due figlie: Sole e Celeste
STATI UNITI
10 ore
L'abbraccio social a Betty White: la #BettyWhiteChallenge diventa virale
L'attrice avrebbe compiuto ieri 100 anni. Per omaggiarla, i suoi fan hanno lanciato una sfida che l'avrebbe resa felice
VIDEO
STATI UNITI
13 ore
20 anni de “La Compagnia dell'Anello”, i 5 momenti più epici
Il film di Peter Jackson compie due decenni, scopriamo assieme perché ha cambiato il cinema per sempre
ITALIA
22 ore
Arisa, è già finita con Vito Coppola: «Passerà, come l’influenza»
La cantante ha ammesso su Instagram di non avere più una storia con il ballerino
REGNO UNITO
1 gior
Piers Morgan contro Harry: «Ipocrita spudorato»
La questione della scorta ha fatto montare il giornalista su tutte le furie
STATI UNITI
1 gior
Il patrimonio di Prince vale quasi 157 milioni di dollari
L'accordo sulla valutazione mette fine a una diatriba che dura da anni
ITALIA
1 gior
Belen chiude ufficialmente con Antonino Spinalbese: «Sono single»
L’argentina ammette per la prima volta la fine della storia con l’ex hair stylist
SVIZZERA
1 gior
Marco Bellocchio ospite d'onore a Visions du Réel
In occasione della 53esima edizione del festival di Nyon si potranno ammirare una decina di film del regista
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile