Archivio Keystone
MONDO
21.03.17 - 21:120

Dal suo pericolosissimo veleno, un farmaco anti-ictus

Dal veleno del ragno dalla ragnatela a imbuto - uno dei più mortali al mondo - potrebbe arrivare una medicina d'emergenza che permette di limitare i danni cerebrali fino a 8 ore dopo l'attacco

ROMA - Dal veleno di un ragno australiano considerato forse il più velenoso al mondo - il ragno dalla ragnatela a imbuto - potrebbe arrivare un farmaco di emergenza da dare entro otto ore dall'ictus per limitare i danni al cervello e quindi proteggere il paziente da disabilità permanenti.

E' la promessa che arriva da una ricerca pubblicata sulla rivista PNAS e condotta da Glenn King della University of Queensland in Australia che afferma: «Crediamo di aver per la prima volta trovato un modo di minimizzare gli effetti del danno cerebrale dell'ictus».

L'ictus è responsabile di sei milioni di decessi all'anno nel mondo e lascia annualmente 5 milioni di pazienti con disabilità permanenti.

Gli esperti hanno isolato (dal veleno del ragno) e testato su animali la molecola "Hi1a" e visto che produce livelli eccezionali di protezione dal danno cerebrale, funzionando fino a otto ore dall'inizio dell'ictus e quindi lasciando ampio margine di intervento. La molecola "Hi1a" spegne delle sostanze che favoriscono la morte dei neuroni in caso di ictus.

Gli scienziati sperano di arrivare presto a delle sperimentazioni cliniche su pazienti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS People
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report