USI
11.07.14 - 07:000

Più ho amici online, più 'posto'

Più la mia rete è ampia, più sarò spinto a postare per raggiungere un largo pubblico? Sembra di sì.

 

Postare su piattaforme come Facebook mi procura più amici? O è il fatto di avere amici a motivarmi a postare? E che conseguenze può avere tale dinamica sulle entrate pubblicitarie dei social network? Le risposte a queste domande sono al centro di una ricerca valsa a Reto Hofstetter, giovane prof. del Master in marketing dell’USI proveniente dall’Università di San Gallo, il Rigour & Relevance Research Award, assegnatogli durante la “notte svizzera dei marchi”. 

Lo studio, condotto con Scott Shriver (Columbia University) e Harikesh Nair (Università di Standford), indaga il rapporto tra il grado di attività di un utente e la densità della sua rete. Analizzando la comunità svizzera di windsurfer Soulrider.com, la ricerca va oltre le semplici correlazioni ed evidenzia un legame causale bidirezionale tra la quantità di contenuti postati e quella degli amici digitali: da un lato, più pubblico contenuti, più susciterò interesse e dunque più riceverò richieste di connessione; dall’altro, più la mia rete è ampia, più sarò spinto a postare per raggiungere un largo pubblico. 

Ecco perché i siti web che dipendono dagli user generated content, come i social, spesso suggeriscono nuove amicizie: motivare gli utenti a stringere sempre più legami li stimola infatti a produrre più contenuti, e più contenuti significano più visitatori e più click, con ricadute positive sulle entrate da pubblicità.

TOP NEWS USI
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report