Fotolia
USI
10.07.18 - 07:000

L’acqua e il futuro del Medio Oriente Mediterraneo

Tra le molteplici questioni che caratterizzano il bacino del Mediterraneo e il Medio Oriente ve n'è una molto trasversale, che concerne tutti: l'approvvigionamento idrico

 

L’acqua è vita e quando scarseggia possono nascere gravi tensioni. È dimostrata, inoltre, la correlazione tra periodi di siccità prolungata e migrazioni, soprattutto dalle campagne alle città. Il tema dell’acqua è molto caro alla Direzione cooperazione e sviluppo (DSC) del Dipartimento federale degli affari esteri, che attraverso la propria iniziativa Blue Peace promuove e mette in rete a livello globale le azioni in materia di acqua, pace, sicurezza e cooperazione intraprese da diversi attori (università, cultura, politica, diplomazia, società civile e settore privato) e a diversi livelli (da quello locale a quello globale). Proprio l’acqua sarà uno dei molti argomenti trattati durante il primo Middle East Mediterranean Summer Summit organizzato dall’USI e in programma dal 16 al 26 agosto. In collaborazione con la Città di Lugano, per sottolineare questi aspetti la sera di sabato 25 agosto si terrà un concerto aperto al pubblico della Blue Peace Orchestra, formazione eterogenea di musicisti classici, jazz e world music, che suonerà la “Symphony for Water and Peace” (nel cortile del Municipio).

Il MEM Summer Summit 2018 è stato ideato dall’USI con l’obiettivo di promuovere una narrazione realistica e costruttiva del Medio Oriente Mediterraneo e creare una rete tra i giovani che rappresentano il futuro di questa regione. Si riuniranno 150 giovani di oltre 30 Paesi nonché autorità politiche, dirigenti, imprenditori e intellettuali per discutere e proporre soluzioni per il dialogo e lo sviluppo nella regione. Per informazioni: www.mem-summersummit.ch

TOP NEWS USI
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report