Fotolia
USI
05.03.18 - 07:000

Lugano Banking Day: il futuro, oltre l’e-banking

Cryptocurrency, Blockchain, robo-advisor, high-frequency algorithmic trading ecc. Ma che cosa significano esattamente questi strumenti della finanza, e quali sfide ci pongono?

 

I primi passi della rivoluzione digitale applicata al settore finanziario risalgono alla fine degli anni ’90 del secolo scorso, quando apparvero sistemi come l’e-banking e il trading online. Da allora, la tecnologia ha fatto passi da giganti, e oggi si parla di FinTech (composizione di FINnancial TECHnology, in italiano “tecnofinanza”), un settore d’attività in forte crescita. Questa rivoluzione tecnologica riguarda anche il Ticino, come dimostra l’iniziativa di UBS che intende creare a Manno di un polo di ricerca e sviluppo dedicato proprio a questi temi. Il nostro Cantone, infatti, è sempre più protagonista nel settore, grazie anche alla sua Università, dove l’approccio interdisciplinare alla didattica e alla ricerca ha prodotto sinergie utili al nuovo contesto. In particolare, il dialogo fra Facoltà di scienze informatiche e Istituto di finanza dell’USI ha portato alla creazione di un programma di formazione, il Master in Financial Technology and Computing (il primo in Svizzera), e di un percorso di specializzazione in Digital Finance.

In Ticino oggi si può quindi parlare di un nascente “ecosistema FinTech”, che offrirà nuove opportunità per la propria piazza finanziaria. Di questo nuovo mondo si parlerà in modo approfondito al Lugano Banking Day, il prossimo 20 marzo al Palazzo dei Congressi di Lugano, organizzato dal DFE e dall’ABT, in collaborazione con la Città di Lugano e l’USI. Fra i relatori spiccano Sergio Ermotti, CEO di UBS, e Philippe Hildebrand, ex Presidente della Banca nazionale svizzera, oggi vicepresidente del colosso finanziario BlackRock.

A cura di Università della Svizzera italiana
 

TOP NEWS USI
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report