Fotolia
USI
12.02.16 - 06:000

Le opportunità della “Quarta rivoluzione industriale”

L'USI dall'anno prossimo proporrà un nuovo Master proprio in Cyber Physical and Embedded Systems

 

Il tema principale del recente World Economic Forum di Davos è stato la “quarta rivoluzione industriale”, un fenomeno che nasce a poca distanza da quella definita solo negli anni ‘90 come “rivoluzione digitale”, caratterizzata dalla diffusione dei personal computer, delle telecomunicazioni e di Internet. Oggi protagonisti sono termini quali Artificial Intelligence, Cyberphysics, Wearables, Internet-of-Things, Robotics e Big Data. Una miscela “esplosiva” che vede una tecnologia sempre più evoluta permeare progressivamente – ma in modo esponenziale – tutti gli ambiti della nostra vita. Gli interrogativi che questa nuova rivoluzione pone sono tanti e uno su tutti è: dovremmo avere paura della massiccia robotizzazione delle attività umane? Il dibattito, in una nuova versione della diatriba tra apocalittici e integrati, è aperto e ha animato buona parte degli incontri avvenuti a Davos il mese scorso. Di sicuro, indietro non si torna e nei prossimi venti anni, forse meno, sempre più lavori svolti oggi dall’uomo potranno essere svolti da macchine, da reti di sistemi integrati e da programmi informatici. L’USI, consapevole di queste dinamiche e forte di una lunga tradizione di ricerca e insegnamento nel settore dei sistemi integrati grazie all’istituto ALaRI (Advanced Learning and Research Institute) della Facoltà di scienze informatiche, propone dal prossimo anno accademico un nuovo Master proprio in Cyber Physical and Embedded Systems. Come discusso a Davos, la “quarta rivoluzione industriale” avrà infatti estremo bisogno di figure professionali nuove, capaci di gestire in modo competente e creativo il legame sempre più stretto tra tecnologie e mondo fisico. Ed è ciò che si prefigge di fare il nuovo Master, che si inserisce idealmente nel contesto della paventata ‘nuova era industriale’, con lo sviluppo di attività “smart” (smart homes, smart cities, smart grid ecc.) e quelle legate all’Internet delle cose. Per maggiori informazioni: www.mcpes.usi.ch

TOP NEWS USI
Copyright ©2017 - Ticinonline S.A.  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report