SUPSI
06.02.18 - 07:000

Formazione e carriera in ambito infermieristico per una buona qualità delle cure

Intervista a Enzo Cacio, infermiere e studente del Bachelor of Science in Cure infermieristiche - Formazione abbreviata per infermieri diplomati

 

Chi sei?

Mi chiamo Enzo Cacio e da circa 4 anni ricopro il ruolo di capo settore infermieristico presso l’Ospedale Regionale La Carità di Locarno. Sono sposato da 6 anni e sono padre di due splendidi bambini, Aris di 4 anni e Maelle di 2 anni.

Come mai hai deciso di frequentare la Formazione abbreviata per infermieri diplomati?

Ritengo che la formazione continua, per un professionista, rappresenti un valore di grande importanza. Formazione significa crescita. Un titolo Bachelor apre le porte per altre formazioni sanitarie.

La cosa che più ti piace della tua professione?

La mia risposta può sembrare banale, ma non lo è: aiutare il prossimo. Quotidianamente sono a contatto con la sofferenza e la malattia. Il mio contributo facilita i pazienti a gestire situazioni di bisogno.

Quali competenze deve avere un buon infermiere a tuo parere?

Sicuramente buone competenze tecniche, ma ancor più le competenze trasversali, che fanno la differenza: ascolto, buone capacità comunicative e relazionali, disponibilità, sensibilità e flessibilità. Nel mio lavoro è importante fare squadra senza dimenticare gli ingredienti fondamentali: rispetto, fiducia, supporto, comunicazione trasparente e schietta. Questi aspetti sono indispensabili per garantire una buona qualità delle cure.

Dopo aver conseguito il Bachelor…

Mi piacerebbe proseguire con gli studi e frequentare il Master of Science SUPSI in Cure infermieristiche che inizierà a settembre 2018, con l’obiettivo di approfondire competenze gestionali e soprattutto cliniche, che mi consentano di svolgere al meglio il mio ruolo.

TOP NEWS Supsi
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report