PROGETTO GORILLA
07.08.13 - 07:000
Aggiornamento : 24.11.14 - 23:32

Aiutiamo i pesci: dall'acqua alla tavola

Pratici e utili consigli per gustare al meglio questo delizioso alimento.

 

Il pesce non solo è buono, ma anche molto salutare grazie al suo contenuto di vitamine, minerali e acidi grassi Omega 3. Affinché un pasto a base di pesce si riveli un’esperienza piacevole e gustosa vi sono un paio di punti di cui è bene tenere conto già al momento dell’acquisto. Il pesce fresco si distingue per:

  • l’assenza di spiacevoli odori
  • la pelle lucida e argentata
  • le branchie di colore rosso chiaro e ben chiuse
  • le carni compatte ma elastiche
  • gli occhi trasparenti e di consistenza ben soda

Il pesce quindi è un alimento molto sano, putroppo però diventa un alimento sempre più raro e quindi è importante impeganrsi per la sua sostenibilità ed evitare sprechi inutili. Cosa fare per aiutare i pesci d’acqua dolce e salata?

  • Evitate di acquistare scorte di pesce fresco. Il giorno migliore per acquistarlo è quello in cui intendete cucinarlo. Si evita così il rischio di dover buttare del pesce non cucinato in tempo.
  • Imparare a cucinare bene il pesce può dare più gusto e anche contribuire a diminuire lo spreco. Del pesce, come per il maiale, non si butta via nulla, basta conoscere qualche ricetta e segreto. I pesci di grandi dimensioni (cernie, dentici, tonni e molti altri), hanno teste che quasi sempre vengono scartate, ma sono invece una fonte di qualità di carne e polpa, ottima per la preparazione di zuppe e ripieni. I pesci di piccola taglia invece sono una fonte di ritagli di carne del filetto (parte ventrale pregiata) che è ricca di grassi essenziali (omega 3) e ideale per insaporire e arricchire torte salate o paté.
  • Parti tradizionalmente di scarto del pesce come lische, pinne e persino la pelle sono gli ingredienti per la preparazione del "fumetto", un brodo ristretto di pesci, come scorfano, triglie e coda di rospo, che può essere utilizzato in molti modi: fondo di cottura per piatti di pesce, brodetto per risotti, o sugo per primi piatti ripieni di pesce.

Come fare il Fumetto di pesce:
Lavare con cura gli scarti del pesce (testa, lische e pelle), riporli in una teglia con olio, o burro e aromi (cipolla, porro, basilico, alloro, timo e carota) finemente sminuzzati e cuocere a fuoco vivo. Aggiungere qualche grano di pepe, e se gradito, alcuni funghi secchi. Una volta ultimata la cottura consumare subito o conservare in frigorifero ma solo per 1-2 giorni, o in freezer in piccoli cubetti congelati.

TOP NEWS Progetto Gorilla
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile