PROGETTO GORILLA
11.02.15 - 08:000

Attività all’aperto: come vestirsi?

Vestirsi troppo o troppo poco: ecco alcuni utili consigli

 

Uno degli aspetti più rilevanti dell’attività fisica all’aperto in inverno è come vestirsi: se ci si copre molto si rischia di sudare troppo, rimanere con i vestiti umidi e sentire freddo, mentre se e ci si veste troppo leggeri, si sente subito freddo. La soluzione è vestirsi a strati, o “a cipolla”. Dopo qualche minuto di attività leggera, il corpo comincia a produrre calore e alcuni indumenti risultano superflui. A questo punto si toglieranno gli strati più esterni. Quando si è terminata l’attività, ci si riveste. Il tessuto del vestiario contribuisce al mantenimento della temperatura.

I tre strati dovrebbero essere:

Primo strato: è quello a contatto con la pelle, deve essere traspirante per poter allontanare velocemente l’umidità dal corpo. In questo caso i materiali come la microfibra sono una buona scelta. È invece da evitare il cotone, perché questo tessuto rimane bagnato a lungo e quindi continua a sottrarre calore al corpo.

Secondo strato: può essere rappresentato da un pile oppure da lana. Più l’attività svolta è intensa, meno pesante sarà il secondo strato.

Terzo strato: quello esterno, è rappresentato da una giacca a vento, impermeabile e traspirante. Per quanto il tessuto sia traspirante però la giacca non facilita la circolazione dell’aria, meglio quindi indossare giacche con alcune prese d’aria e/o regolare l’apertura e la chiusura.

Gli indumenti troppo stretti, che potrebbero ostacolare la circolazione del sangue, non sono adatti e vanno scartati.

TOP NEWS Progetto Gorilla
Copyright ©2017 - Ticinonline S.A.  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report