Tipress
PROGETTO GORILLA
17.12.14 - 08:000

Un Pesciüm da leccarsi i baffi

Con Bruno Lombardi, del Ristorante Pesciüm di Airolo, abbiamo fatto un giro fra pietanze e abitudini degli sciatori

 

Nelle scorse settimane abbiamo dato ampio spazio a consigli, curiosità e storie inerenti la stagione invernale e la pratica dello sci in quel di Airolo. Ma non si può vivere di solo sport, ed è per questo che Bruno Lombardi, responsabile del ristorante Pesciüm, corre in nostro aiuto.

Signor Lombardi, quali sono le pietanze che vanno per la maggiore sulle piste?

"Un grande classico restano le carni impanate, come pollo, tacchino, e i chicken nuggets, ma anche le salsicce bianche come il bratwurst di vitello, il tutto contornato da verdure o patate fritte o al forno. Comunque anche lasagne, cannelloni e pasta in genere sono sempre piatti molto richiesti".

Le campagne sulla salute e il mangiare sano influenzano scelta e preparazione dei piatti che offrite?

"Certo! Infatti, considerato che i piatti a base di pietanze fritte sono molto apprezzate, cerchiamo sempre di proporre un’alternativa con alimenti cotti al forno o bolliti. Ci coordianiamo comunque sempre i responsabili dei corsi, cercando, dove possibile, di accontentare le loro esigente".

I clienti di oggi sono più esigenti rispetto al passato?

"Sì, la clientela odierna è molto più esigente. È necessario offrire delle alternative e considerare i vari tipi di diete con cui siamo oggi confrontati, come i celiaci, gli intolleranti a determinate pietanze, e molto altro".

Quale pasto è consigliato consumare sulle piste?

Io consiglio sempre pasti leggeri ma nutrienti, caldi e di facile digestione.

Non resta che rifocillarsi e via… tutti in pista a divertirsi! 

 

TOP NEWS Progetto Gorilla
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report