Fotolia
PRO JUVENTUTE
01.02.18 - 07:000

L'importanza dei giudizi per fare il punto della situazione

La valutazione da parte dei docenti non è cosa da poco, poiché esistono almeno due filosofie ben distinte

 

È tempo di giudizi. La scuola ha fatto il suo lavoro; i ragazzi che la frequentano anche. Ed ora si fa un punto alla situazione il quale, il più delle volte, non è che una verifica di quanto già si conosce.

A volte, però, capita che arrivi la sorpresa (ma, anche qui, sorpresa solo fino a un certo punto), e può anche essere non piacevole. In ogni caso, la reazione di alcune famiglie è decisa e puntuale: bisogna tirare i remi in barca. Lo si fa e, poi, le cose si risolvono.

L'aspetto che condivido è quello della – chiamiamola così, tanto per capirci – valutazione che i docenti formulano nei confronti degli allievi. E valutare non è cosa da poco, poiché ci sono almeno due filosofie ben distinte che sottendono a questo atto (in materia scolastica, almeno). La prima è quella legata ad un'oggettività legata – diciamo – ai fatti: si valutano gli studenti secondo un metro che è uguale per tutti; ciò allo scopo, proprio, di non commettere degli errori di tipo soggettivo che potrebbero portare a delle ingiustizie. La seconda, invece, è quella legata al giovane che si valuta, che è oggettivo in sé e che ha un valore assoluto in sé, nel suo percorso di crescita; ad essere valutato è quindi quest'ultimo, in relazione al giovane stesso, un percorso quindi diverso allievo per allievo, e necessitante un sistema di valutazione differente per ogni allievo. Qual è quello giusto; meglio: qual è quello più carico di senso? La risposta non è facile, ed ognuno evoca la propria filosofia educativa per portare il proprio contributo alla discussione.
Che si adotti un sistema o l'altro, ecco ancora una volta l'importanza della scuola e di chi ci lavora: mettere le famiglie e i giovani nelle condizioni di poter fare il punto alla situazione, in un modo o nell'altro, a proposito dell'educazione dei propri figli. Non è cosa da poco.

Articolo di Ilario Lodi, Responsabile Pro Juventute Svizzera italiana

TOP NEWS Pro Juventute
Copyright ©2017 - Ticinonline S.A.  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report