Fotolia
PRO JUVENTUTE
12.05.16 - 06:000

Educazione, le nuove tecnologie non sono la soluzione

Aiutiamo i giovani a crescere senza affidarci completamente alle nuove tecnologie

Recentemente mi è successo di discutere, con un ingegnere informatico (che è anche una persona davvero squisita) sul futuro del web, in particolare per quanto attiene ai nostri ragazzi.

Inutile sottolineare gli elementi, sempre nuovi, sui quali ha portato la mia attenzione. Lo ha fatto, però, con perspicacia e con delicatezza, evitando del tutto i fuochi d'artificio, quelle "bombe di carta" che, a volte, si fanno esplodere nelle serate con i genitori (cose del tipo: “guardate cosa succede a questo livello del gioco elettronico XY o osservate a cosa guardano i vostri ragazzi quando vanno su questo o su quel sito del quale si sente tanto parlare”) sparando lì, uno dopo l'altro, alcuni dei pericoli ai quali i giovani sono esposti, con la conseguenza – invece di rassicurare – di far tremare le vene ai polsi della mamma o del papà di turno. No, mi diceva… È perfettamente inutile giocare la carta della protezione dei nostri bambini come se fosse l'unico asso che abbiamo in mano. Possediamo, infatti, altri strumenti molto più efficaci di un software di protezione o di un'app che ci dice quali siti nostro figlio o nostra figlia hanno visitato.

Giochiamo su un altro piano dell'intelligenza: mettiamoci in gioco, proviamo a capire meglio quello che i nostri figli dicono (cioè: ci dicono, magari senza che nemmeno ce ne accorgiamo), facciamo cose con loro, cresciamo insieme in questo nuovo mondo che si chiama "nuove tecnologie". Non ce la faremo mai a proteggere i nostri figli in modo totale, malgrado tutta la nostra buona volontà. Tanto vale, allora, fare un passo in dietro e provare a usare la testa in un modo (almeno) complementare. Aiutiamoli ad imparare a decidere, a scegliere, ad attendere, ad essere critici e altro ancora. A quel punto le nuove tecnologie saranno davvero un mondo tutto da scoprire e con il quale interagire in maniera entusiasmante.

 

TOP NEWS Pro Juventute
PRO JUVENTUTE
1 anno
Buon anno e... arrivederci!
Non è un addio. Siamo partiti alla metà del 2012 e da allora abbiamo lavorato, settimanalmente per informare e riflettere sulle questioni legate alle politiche dell'infanzia e della gioventù
PRO JUVENTUTE
1 anno
Per Natale un solo desiderio: non risparmiare sui giovani
Le politiche giovanili rappresentano una forma di ricchezza sulle quali troppo spesso si tende a "tagliare"
PRO JUVENTUTE
1 anno
Cosa rimarrà di noi dopo che il processo di digitalizzazione sarà cominciato?
La futura situazione, ancora tutta da definire, offre lo spunto per pensare a quello che invece rimane fuori dalla digitalizzazione
Pro Juventute
1 anno
Le festività come un'importante e divertente occasione di esperienza educativa
L'importante è che tali ricorrenze non si sostituiscano a noi e che non diventino un modo per cercar di far banalmente quadrare i conti, magari in rosso, nella contabilità affettiva
PRO JUVENTUTE
1 anno
La parola ai giovani
I ragazzi hanno sempre inventato e sviluppato parole nuove, mettendocele a disposizione affinché i nostri ragionamenti siano ancora più profondi di quanto fino ad oggi siano stati
PRO JUVENTUTE
1 anno
La rabbia dei giovani
Oggi i ragazzi non sono in grado di riconoscere le emozioni, e di gestirle in modo adeguato
CANTONE
1 anno
Educazione per i giovani: «I genitori sono liberi di scegliere?»
Una riflessione sul grado di libertà delle famiglie e sulla pressione che queste subiscono dall'esterno
PRO JUVENTUTE
1 anno
L'educazione è ovunque
Che piaccia o no, siamo tutti un modello di educazione. Nessuno può tirarsi indietro
PRO JUVENTUTE
1 anno
Capire fino in fondo il valore dell'infanzia e della gioventù
Spesso le politiche giovanili vengono sostenute perché sono un aiuto alle politiche familiari, e non perché importanti in quanto tali
PRO JUVENTUTE
1 anno
Una storia a lieto fine
Immaginiamo cosa possiamo fare per i ragazzi e facciamolo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile