IUFFP
22.06.18 - 07:000

«Ora comunico senza troppa fatica in italiano»

Vanessa Dubach, classe 1998, ha passato cinque mesi in Svizzera italiana tra corso di lingua e stage professionale partecipando a Swiss Mobility

 

Vanessa Dubach, classe 1998, ha passato cinque mesi in Svizzera italiana tra corso di lingua e stage professionale partecipando al programma di mobilità nell'ambito della formazione professionale Swiss Mobility.
Paola Magni, attiva presso l’Istituto Universitario Federale per la Formazione Professionale IUFFP, fa parte dei collaboratori e delle collaboratrici dell’Istituto che hanno seguito Vanessa durante lo stage.

Vanessa Dubach, perché hai scelto di partecipare a Swiss Mobility?

Le lingue mi sono sempre piaciute e avevo già svolto dei soggiorni linguistici all’estero. Il Gottardo tende a separare il Ticino dalla Svizzera interna, anche se ora dista soltanto due ore di treno da Lucerna. L’italiano è una lingua nazionale e secondo me è una lingua importante, nonostante sia parlata solo da una piccola parte della popolazione Svizzera.
Per questo non ho esitato a candidarmi quando un insegnante di scuola professionale ci ha parlato del progetto.

Quali aspetti hai maggiormente apprezzato durante i cinque mesi che hai trascorso in Ticino?

Ho sempre cercato di parlare in italiano e sono molto grata alle persone che ho incontrato perché non solo si sono dimostrate molto disponibili a sostenere il mio percorso di apprendimento della lingua, ma erano anche contente che imparassi l’italiano.

Sei soddisfatta delle conoscenze linguistiche acquisite durante i cinque mesi trascorsi in Svizzera italiana?

Sì, sono soddisfatta. Dopo i due mesi di corso intensivo di lingua conoscevo la grammatica e molte parole, ma non ero ancora in grado di mettere in pratica nel parlato quello che avevo imparato. Durante lo stage allo IUFFP ho avuto l’opportunità di dare un contributo in contesti diversi a fianco di persone molto piacevoli con cui ho imparato molto. Ora so destreggiarmi nella vita quotidiana e comunicare senza troppa fatica.

Consigli questa esperienza ad altre diplomate e altri diplomati di una formazione professionale?

Sì, raccomando questo progetto con convinzione. È stata un’esperienza molto bella e arricchente, non soltanto perché ho imparato una nuova lingua, ma anche perché sono cresciuta umanamente. Ho conosciuto molte persone e ho condiviso per la prima volta un appartamento con altri studenti. Questo mi ha resa più indipendente.

---------------------

Paola Magni, attiva presso l’Istituto Universitario Federale per la Formazione Professionale IUFFP, fa parte dei collaboratori e delle collaboratrici dell’Istituto che hanno seguito Vanessa durante lo stage.

Paola Magni, quali benefici ha tratto lo IUFFP dall’assunzione di Vanessa Dubach nell’ambito del programma Swiss Mobility?

Premetto che abbiamo partecipato con molto piacere al programma Swiss Mobility che troviamo un’eccellente idea. La presenza di Vanessa nel nostro ufficio ha portato un contributo a livello lavorativo e personale. Nonostante l’ostacolo della lingua, si è rivelata fin da subito un ottimo aiuto.
La sua rapidità di apprendimento, unita alla sua affidabilità, ci hanno spesso incoraggiato ad assegnarle alcune mansioni di responsabilità dove solitamente era necessaria una buona conoscenza dell’italiano.
Per noi è stata una grande opportunità per metterci in discussione e riuscire a far svolgere dei normali lavori superando la barriera linguistica.
Inoltre abbiamo potuto conoscere un po’ meglio il mondo della formazione in Svizzera interna basandoci su quanto raccontato da Vanessa. Un’esperienza da rifare sicuramente!

Per maggiori informazioni sul programma Swiss Mobility v. articolo tio del 15.12.2017.

ULTIME NOTIZIE IUFFP
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report