Fotolia
IUFFP
16.02.18 - 07:000

Le consulenze rivolte agli adulti: quali pratiche per quale denominazione?

Deli Salini, docente, ricercatrice ed esperta di consulenza presso l’Istituto Universitario per la Formazione Professionale IUFFP, ci aiuta a fare chiarezza

 

Nel corso degli ultimi decenni le pratiche di consulenza rivolte ad adulti si sono progressivamente ampliate e diversificate, dando origine a una molteplicità di denominazioni, quali il coaching, il tutorato, il mentorato, il counseling, l’orientamento formativo o di carriera… Queste diverse denominazioni, pur basandosi su principi comuni di ascolto e rispetto della persona e sviluppo delle sue capacità di empowerment, corrispondono ad altrettante modalità di intervento, finalizzate a diversi obiettivi. Deli Salini, docente, ricercatrice ed esperta di consulenza presso l’Istituto Universitario per la Formazione Professionale IUFFP, ci aiuta a fare chiarezza.

Il coaching, utilizzato spesso nelle aziende per accompagnare il raggiungimento di un obiettivo specifico, è finalizzato allo sviluppo di capacità specifiche. Il focus è legato al ruolo della persona seguita e allo sviluppo delle sue conoscenze e abilità in un dato ambito. Il coach non è necessariamente un esperto della professione della persona seguita, ma dei metodi per accompagnare il raggiungimento di risultati.

Il mentorato è una pratica che può essere definita formalmente oppure manifestarsi in maniera informale. Si tratta dell’accompagnamento di un novizio di un dato ambito professionale, da parte di un esperto dello stesso ambito. Esso permette alla persona seguita di meglio comprendere i
diversi aspetti dell’organizzazione o impresa in cui opera, di confrontarsi con esempi di pratiche positive per risolvere problemi specifici e allargare la propria rete di contatti.

Il tutorato invece è una forma di accompagnamento volta soprattutto a supportare la formazione all’interno di un contesto lavorativo oppure un percorso di studi. Può essere individuale o di gruppo e chi svolge la funzione di tutor è orientato ad accompagnare il raggiungimento di obiettivi di apprendimento.

L’orientamento formativo e/o di carriera è volto a permettere alla persona di identificare le possibili aree di crescita formativa e professionale, considerando le diverse opzioni possibili e le risorse e bisogni espressi dalla persona seguita. Necessita da parte di chi orienta la capacità di analizzare la situazione della persona seguita e di saperla accompagnare a definire il suo progetto e la conoscenza approfondita dei possibili percorsi e contesti di sviluppo formativo o di carriera.

Infine il counseling, che si specifica altresì in molteplici approcci, è volto ad accompagnare lo sviluppo psicologico della persona, a livello personale o professionale. Pur non trattandosi di una terapia, esso si focalizza su problematiche specifiche che possono emergere rispetto all’evoluzione della persona, esplorando oltre agli elementi del presente, anche situazioni vissute nel passato.

Queste pratiche di consulenza, nelle loro diverse espressioni, sono sempre più riconosciute come fondamentali per l’apprendimento lungo tutto l’arco della vita, poiché permettono alle persone seguite di sviluppare maggiore consapevolezza delle proprie risorse e dei propri limiti, di acquisire
autonomia e capacità di risoluzione di problemi, così come di intravedere nuovi scenari d’avvenire.

Per maggiori info clicca qui

ULTIME NOTIZIE IUFFP
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report