ENERGY CHALLENGE
03.10.18 - 12:000

I negozi del futuro sono già arrivati

Da qualche anno a Lugano c’è un negozio che vende i prodotti senza imballaggi di plastica, permettendo un risparmio energetico non indifferente

 

Da qualche anno a Lugano c’è un negozio che vende i prodotti senza imballaggi di plastica, permettendo un risparmio energetico non indifferente

C'è un modo semplice per evitare di buttare la plastica: non comprarla.

Quante volte è capitato che, tornando a casa dalla spesa, ci si ritrova con un mucchio di plastica, tra sacchetti, retine, pacchetti e scatole? Scarti inutili, che vanno dritti nel sacco della spazzatura. Con conseguente spreco di energia per produrla, trasportarla, e smaltirla.

A Lugano da qualche anno è presente sul territorio il Negozio Leggero, dove si compra tutto sfuso, e la plastica diventa solo un ricordo. Nato da un’idea dell’ente di ricerca ambientale Ecologos, i negozi Leggero contano numerosi punti vendita in Italia e da poco anche in Francia.

«Qui il cittadino ha la possibilità di fare la spesa acquistando prodotti alimentari, per la persona e per la casa esclusivamente in modalità sfusa» racconta Fabiano Piazza, che da qualche anno gestisce il negozio di via Lambertenghi. E l’offerta è davvero ampia: «Abbiamo le spezie, anche particolari, i prodotti per l’igiene personale, detersivi, cereali, pasta, riso, biscotti, caramelle, condimenti, vino, ... ». Il tutto in bella vista, esposto in barattoli rigorosamente di vetro.

Concorso
E tu cosa fai per risparmiare energia? Partecipa al concorso e vinci fantastici premi!

Qualche anno fa la passione di Fabiano per l’ecologia si è trasformata in realtà, e dopo aver cambiato completamente lavoro si è buttato in questa avventura ecologica. «I primi tempi che eravamo aperti c’era molta curiosità tra i clienti, ed ha funzionato tutto attraverso il passaparola. Alcuni già conoscevano il concetto, mentre altri si sono avvicinati pian piano. Oggi ho una bella fetta di clienti fissi, e poi c’è anche chi è qui in vacanza e cerca proprio i negozi “zero waste”, zero rifiuti». È un cambiamento di abitudine, ma che pian piano si diffonde sempre di più, assicura Fabiano.

Imballaggi

Niente plastica dunque, ma come si porta via ciò che si è acquistato? «Il cliente può portare da casa il contenitore che preferisce, oppure in negozio vendiamo contenitori per tutte le dimensioni: lo si compra una volta e poi lo si può riutilizzare tutte le volte che lo si desidera. Per i prodotti di igiene personale è stato anche reintrodotto il concetto di vuoto a rendere».

La quantità la decido io

Sarà capitato a molti di acquistare un prodotto, magari allettati dall’offerta “pacco famiglia”, e poi doverlo buttare perché non si è riusciti a finirlo. O ancora essere costretti a comprarne una grande quantità anche se se ne desidera solo una parte. «Qui in negozio si può acquistare la quantità di prodotto che si desidera, dai pochi grammi ai chili. Così il cliente compra ciò di cui ha bisogno e non ci sono sprechi» assicura Fabiano. Un ulteriore passo che contribuisce ad eliminare gli sprechi alimentari e di energia. «L’assenza di packaging e dunque di pubblicità, unito all’acquisto diretto dai produttori, permette di mantenere i prezzi competitivi». E lo dimostra anche il fatto che tra i clienti del negozio figurano pure gli studenti.

Ed è attraverso un gesto quasi quotidiano, come fare la spesa, che si possono ridurre di molto i rifiuti, e si risparmia l’energia che sarebbe stata impiegata per produrre e smaltire la plastica. Non solo: la plastica utilizzata per il packaging non riempirà inutilmente il sacco della spazzatura. Una famiglia di quattro persone che si rifornisce abitualmente al Negozio Leggero arriva a risparmiare in un anno oltre 200 chili di rifiuti.

In concreto in un anno l’eliminazione delle confezioni sulle sole vendite di vino e detersivo porta un risparmio complessivo di risorse pari a 104.290 kWh di energia, 34 tonnellate di Co2 non emessa in atmosfera e oltre 9,8 milioni di litri di acqua che non vengono utilizzati per la produzione e lo smaltimento del packaging in eccesso.

 

Energy Challenge 2018

Energy Challenge 2018 è una campagna nazionale di SvizzeraEnergia e dell'Ufficio federale dell'energia sui temi dell'efficienza energetica e delle energie rinnovabili. 20 minuti è partner media e approfondisce i temi principali con grafici, reportage e interviste. Trovate maggiori informazioni sull'app gratuita per Android e iOS.

Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report