Fotolia
LUGANO
27.09.18 - 10:190

E quando il vino sa di tappo?

Quando il vino sa di tappo chiedi la sostituzione o meglio il rimborso

 

Quando compri una bottiglia di vino che già conosci o è per te una novità non puoi sapere se quel vino saprà di tappo, infatti per poter avere una conferma di un eventuale difetto è necessario un piccolo assaggio ed è importante verificare ed annusare appunto il tappo.

Quindi devi aprire la bottiglia, giusto? E una volta aperta? Se il vino è difettoso quello che proverai è la delusione di una bottiglia di vino che non ha soddisfatto le tue aspettative, anzi.

Comunque, nessun problema: la puoi restituire e chiedere la sostituzione o il rimborso. Cosa che dal lato “giuridico” non fa una grinza, ma dal lato pratico? Magari anche no.

Generalmente funziona così: se si riporta la bottiglia piena per ¾ in negozio con il tappo, così da poter verificare il difetto, ti sostituiscono la bottiglia o te la rimborsano.
Alla fine, rinunci a riportare la bottiglia, perché non puoi o non hai tempo o semplicemente non hai voglia.

Quindi quale è la cosa più pratica che vorresti? Direi il rimborso del costo della bottiglia o la sostituzione segnalando il disagio a chi ti ha venduto la bottiglia.

Di base una chiara politica di rimborso o sostituzione come avviene con SellWine.

Una prassi, quella del rimborso o della sostituzione, che il venditore dovrebbe accettare entro un limite di tempo ragionevole per il semplicissimo motivo che la bottiglia difettosa può capitare ed è risaputo. Un termine adeguato ed indicativo è di 90 giorni, anche perché se si acquista un vino che si vuole invecchiare non si può pretendere una garanzia di più anni.

Generalmente il difetto “del vino che sa di tappo” è causato da una non perfetta lavorazione del sughero o nei casi peggiori da funghi o batteri che attaccando le molecole del sughero originano le sostanze che purtroppo poi causano il difetto del vino andando a guastare sia il sapore che il profumo del vino.

Di fatto non è prevedibile da parte di nessuno se quando porti a casa la bottiglia questa saprà di tappo, inoltre il problema non è principalmente legato alla conservazione della bottiglia stessa come comunemente si potrebbe pensare. Parleremo successivamente nel dettaglio su come conservare al meglio il vino a casa nostra.

Oggi ci sono delle alternative al tappo in sughero, come il tappo a vite che va bene per i vini “di pronta bevuta” o i tappi sintetici che però sono indicati per vini da bere nel giro di 2/3 anni e che a volte richiedono anche una certa forza quando devi stappare il vino.

Comunque sia la realtà è molto semplice, il difetto del tappo può avvenire in un qualsiasi tipo di vino pregiato e non. Basti pensare che a livello indicativo in un bancale da 120 bottiglie la probabilità di trovare delle bottiglie con questo difetto può andare da 1 a 6 bottiglie circa.

Pertanto, sapendo che la cosa può accadere è importante sincerarsi che chi ci vende una bottiglia di vino sia anche chiaro e trasparente nella sua politica verso il cliente in caso di difetti.

ULTIME NOTIZIE Wine & Smile
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile