ITALIA
28.02.18 - 07:000

Il Nero d’Avola, il Grillo, Il Catarratto

Negli ultimi anni i vini diffusi in Sicilia hanno avuto un ottimo incremento ed il pubblico sembra apprezzarli sempre di più anche al di fuori dall’isola

 

PALERMO - Alcuni vini siciliani sono più comuni di altri come ad esempio il Nero d’Avola, vitigno siciliano a bacca nera che da qualche anno vive un vero momento di successo, che sia vinificato con il Syrah o anche in purezza.

Produce un vino rosso dal colore rosso ciliegia solitamente piuttosto alcolico, adatto all’invecchiamento e di buon corpo. Ideale con carni in arrosto, salumi, formaggi e primi piatti ricchi.

Un altro vino oggi particolarmente diffuso in Sicilia ma originario dalla Puglia è il Grillo, un vitigno a bacca bianca vinificato da solo od insieme al Catarratto o Inzolia. il vino Marsala migliore viene ottenuto proprio da uve Grillo. Con il Grillo si ottengono ottimi vini bianchi, dal colore giallo paglierino e che presentano un'armonia di profumi freschi di frutta tropicale ben bilanciati. Si combina bene con antipasti freddi di mare.

Il Catarratto bianco comune è un vitigno siciliano da sempre coltivato sull’isola e produce un vino robusto e con un alto grado alcolico o il Catarratto bianco lucido dal minore grado alcolico ma con maggiore acidità, o ancora il Catarratto bianco lucidissimo chiamato così per la scarsità di pruina che ricopre la buccia dell’acino. Si producono vini dal colore giallo paglierino con un profumo vinoso marsaleggiante e ricchi di corpo. Ideali come aperitivo, ottimi con primi piatti e secondi a base di pesce.

Articolo scritto da SellWine

ULTIME NOTIZIE Wine & Smile
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile